04:20 17 Luglio 2018
Russia e Cina

“Militari di Russia e Cina elaborano risposte comuni alle sfide USA”

© REUTERS / Kim Kyung-Hoon
Politica
URL abbreviato
8540

La Cina sta rafforzando la cooperazione militare con la Russia nel contesto di una guerra commerciale con gli Stati Uniti e del consolidamento della presenza militare americana nella regione Asia-Pacifico.

Così in un'intervista a Sputnik alcuni esperti russi hanno commentato la visita in Russia del ministro della Difesa cinese, il generale Wei Fenghe. Il 4 e 5 aprile il capo del dicastero militare cinese prende parte alla 7° conferenza di Mosca sulla sicurezza internazionale. Wei Fenghe ha osservato che, in qualità di nuovo ministro della Difesa della Cina, è in visita in Russia non per caso, ma per mostrare al mondo l'alto livello di sviluppo delle relazioni bilaterali.

L'analista del Centro sugli studi per la Russia e l'Europa Centro-Orientale dell'Accademia asiatica di Scienze Sociali Wu Enyuan ritiene che la visita del ministro della Difesa cinese a Mosca abbia lo scopo di dimostrare la solidarietà della Cina con la Russia nel contesto dell'isteria antirussa scatenata dalle potenze occidentali:

"La prima visita all'estero del nuovo ministro della Difesa cinese Wei Fenghe in Russia riflette la grande importanza della Russia per la Cina. Questa visita corona i molti anni di molteplici contatti militari sulle armi, sulle esercitazioni militari e sullo scambio di personale. Inoltre, tenendo conto dell'attuale situazione internazionale, in particolare l'attacco collettivo dell'Occidente contro la Russia, come grande potenza la Cina mostra una presa di posizione molto chiara. Vale a dire: fino a quando non verranno fatti controlli meticolosi e le circostanze non sono chiare, è ingiusto catalogare la Russia come criminale, questo metodo di scontro collettivo è un fenomeno raro per la comunità internazionale. E' una via per tornare alla Guerra Fredda, scenario respinto dalla Cina."

Uno dei temi caldi nei colloqui del ministro cinese a Mosca potrebbero essere, tra le altre cose, gli aspetti militari e politici della questione nucleare nordcoreana. Questa opinione è stata condivisa dal generale in congedo e direttore del centro di Studi politico-militari presso l'Instituto USA e Canada Pavel Zolotarev. Secondo l'esperto, "la parte americana è ora in una situazione difficile". Il leader nordcoreano ritiene davvero che i principali obiettivi del suo programma nucleare siano risolti, di aver garantito la sicurezza al Paese, è pronto ad avvicinarsi alla Corea del Sud e ad altri passi ma senza rinunciare al suo programma nucleare. Gli Stati Uniti o hanno opportunità limitate di coordinare la propria politica con la Cina o non ne hanno affatto, ritiene l'esperto. Anche la Cina gioca un ruolo importante sull'influenza del contesto nella penisola coreana. Pertanto, le consultazioni militari su questo tema a Mosca sono estremamente importanti per garantire la sicurezza nell'Asia nord-orientale.

Pavel Zolotarev ha elencato altri due argomenti:

"La parte americana ha indicato nella sua dottrina militare che la Cina e la Russia rappresentano le sfide principali degli Stati Uniti. Ha concretizzato le sue idee sulla Cina nella regione Asia-Pacifico. Gli americani stanno cercando di aumentare il potenziale militare in questa regione per contenere la Cina.

In una certa misura qui gli interessi di Russia e Cina coincidono. La questione della sicurezza nucleare è comune anche per la Russia e la Cina. Anche nella parte nucleare gli americani hanno specificato le loro preoccupazioni."

L'Occidente intensifica la pressione politica sulla Russia e gli Stati Uniti cercano di provocare in ogni modo possibile la Cina, spingendo verso una guerra commerciale. Questo è il contesto in cui si svolge la prima visita all'estero del ministro della Difesa della Cina Wei Fenghe in Russia, ha affermato a Sputnik il vice direttore dell'Istituto dei Paesi CSI e direttore del dipartimento di integrazione eurasiatica e di sviluppo dell'Organizzazione per la cooperazione di Shanghai Vladimir Yevseyev:

"Nel contesto della guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti, sotto molti aspetti Mosca e Pechino affrontano minacce comuni e sono pronte ad azioni congiunte. Attualmente, la Cina e la Russia hanno l'opportunità di interagire non solo nel campo della difesa anti-missile e nello spazio, ma anche nella creazione di sistemi di armi di prospettiva. In particolare i vettori ipersonici, che suscitano timori negli Stati Uniti.

In effetti l'aspirazione degli Stati Uniti di dividere la Russia e la Cina non avuto successo. E il rafforzamento delle sanzioni anti-russe da parte dell'Occidente e la disputa commerciale tra Cina e Stati Uniti portano ad un livello ancora più attivo le relazioni russo-cinesi. Credo che la cooperazione russo-cinese nella sfera della difesa sia una garanzia sul fatto che entrambi i Paesi continueranno a perseguire una politica estera indipendente a fronte di una crescente pressione esterna contro di loro."

I media russi e occidentali citano le parole del ministro della Difesa della Repubblica Popolare Cinese, secondo cui la delegazione di Pechino è arrivata alla settima conferenza di Mosca sulla sicurezza internazionale per far sapere agli Stati Uniti gli stretti legami tra Russia e Cina.

Correlati:

"Indifesi": USA riconoscono superiorità delle armi ipersoniche di Russia e Cina
Media: aviazione americana ritiene che GPS sia vulnerabile ad attacchi di Russia e Cina
Cina e Russia si sbarazzano di obbligazioni di stato USA
Pentagono riconosce inefficacia difesa anti-missile USA contro missili di Russia e Cina
Russia e Cina hanno firmato accordo su esplorazione spaziale
L’asse tra Cina e Russia sta eliminando la superiorità militare degli Usa e dell’Occidente
Tags:
Occidente, Difesa, Sicurezza, Geopolitica, Politica Internazionale, Cooperazione militare, Wei Fenghe, USA, Asia-Pacifico, Cina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik