11:28 21 Aprile 2018
Roma+ 15°C
Mosca+ 14°C
    Soldato dell'esercito siriano

    “Ghouta è una seconda Aleppo”

    © Sputnik . Iliya Pitalev
    Politica
    URL abbreviato
    3230

    Le forze governative siriane stanno rapidamente scacciando i combattenti dell'opposizione armata dalla Ghouta orientale. Ormai l'esercito siriano ha occupato un terzo del territorio che occupavano i ribelli islamisti, riferisce l'ufficio informativo militare siriano.

    L'analista militare ed esperto strategico siriano Kemal Jaffa ha raccontato a Sputnik che "attualmente l'esercito siriano attacca le posizioni dei terroristi in un modo completamente nuovo, diverso dalle consuete tattiche militari adottate in questa zona. I gruppi armati ribelli sono rimasti molto sorpresi dal fatto che le forze governative abbiano lanciato un'offensiva da oriente. I terroristi si erano preparati alle battaglie nei pressi di Harasta e Jobar. Inizialmente l'esercito ha dovuto vedersela con le fortificazioni degli islamisti che avevano eretto nella parte orientale del fronte negli ultimi anni. Alla fine sono state rotte la prima e la seconda linea di difesa, cosa che ha costretto i gruppi armati a ritirarsi nei quartieri residenziali. Ora i ribelli stanno rapidamente perdendo le loro posizioni e subiscono sconfitte. Non riescono ad utilizzare le armi pesanti e le difese aggiuntive preparate. Negli ultimi tre giorni l'esercito siriano è avanzato con successo in diverse direzioni in Ghouta orientale".

    Quotidianamente la Turchia bombarda Afrin, costantemente nei rapporti siriani si parla di morti e feriti, tuttavia questo argomento passa nel silenzio sulla scena mondiale. La battaglia per Ghouta orientale è ampiamente coperta dalla stampa occidentale, perché l'esito di questa battaglia influenzerà il corso dell'intera campagna siriana, è convinto l'esperto siriano.

    Se gli islamisti ribalteranno la situazione e anche solo manterranno le posizioni in quest'area, saranno nelle condizioni di destabilizzare Damasco, bombardando la capitale e il suo quartiere con le Ambasciate di diversi Paesi. In questo modo diranno al mondo intero che il governo siriano non è in grado di garantire la sicurezza delle Ambasciate straniere e quindi non adempie alle sue funzioni di base. Ma ora l'esercito siriano sta liberando con successo sempre più quartieri di Ghouta orientale, ha osservato Kemal Jaffa.

    "Penso che i ribelli firmeranno una tregua, perché hanno perso il loro potenziale militare. Ora siamo sull'orlo di una nuova fase della guerra siriana, è molto simile alla situazione di Aleppo. Quasi la stessa cosa sta accadendo in Ghouta orientale", ha detto lo stratega militare siriano Kemal Jaffa.

    Correlati:

    Ribelli siriani annunciano le condizioni per lasciar andar via i civili da Ghouta est
    Gli USA usano Ghouta a loro vantaggio
    Siria, ministro Difesa russo annuncia tregua umanitaria in Ghouta orientale
    Merkel e Macron invitano la Russia ad influenzare la situazione a Ghouta
    Peskov: Russia e Iran non sono responsabili per situazione in Ghouta orientale (VIDEO)
    Tags:
    Terrorismo, Geopolitica, Occidente, Opposizione siriana, crisi in Siria, Esercito della Siria, Bashar al-Assad, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik