19:33 10 Dicembre 2018
Bandiera russa

Mosca reagisce all'intervento antirusso del presidente ucraino Poroshenko a Monaco

© Sputnik . Alexandr Kryazhev
Politica
URL abbreviato
27366

Le richieste del presidente ucraino Petro Poroshenko di vietare "la bandiera russa nel mondo" sono indegne del leader di un grande Stato europeo.

Ha espresso questa opinione in un'intervista con RT il vicepresidente della commissione Esteri del Consiglio della Federazione Vladimir Dzhabarov.

Secondo il senatore russo, Poroshenko vuole che la mappa del mondo non contenga la parola Russia.

"Ma per nostra fortuna e purtroppo per Poroshenko questo desiderio non si realizzerà mai <…> Allora cerchiamo di appendere le bandiere di Bandera in tutto il mondo, che rendono così felice le autorità ucraine".

Dzhabarov ha aggiunto che l'Europa sta iniziando a rendersi conto di aver sostenuto un regime insostenibile in Ucraina e che queste autorità stanno portando il Paese in un vicolo cieco.

"Mi sembra che l'agonia, che di fatto è già iniziata nell'attuale regime ucraino, continuerà", ha osservato Dzhabarov.

Poroshenko, intervenendo alla Conferenza sulla Sicurezza di Monaco, ha accusato la Russia di aver tentato di "distruggere le democrazie" ed ha chiesto di bandire completamente la bandiera russa. Secondo il capo di Stato ucraino, il tricolore russo "non dovrebbe sventolare da nessuna parte, dato che la Russia continua a fomentare una guerra ibrida mondiale e le pallottole russe puntano contro i nostri simboli".

Correlati:

Poroshenko accusa la Russia di condurre “guerra ibrida globale”
Ungheria accusa l'Ucraina di preparare “campagna internazionale di menzogne”
Perché l'Ucraina non può dichiarare guerra alla Russia
In Ucraina i treni che portano i maggiori profitti alle ferrovie vanno a Mosca
Tags:
Russofobia, Geopolitica, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, Conferenza di Monaco, Petro Poroshenko, Vladimir Dzhabarov, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik