18:05 26 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
7220
Seguici su

Con le sanzioni contro la Russia, i Paesi occidentali contano di creare difficoltà economiche e provocare un "nuovo ciclo di processi distruttivi all'interno del Paese", ritiene il leader del Partito Comunista Russo Gennady Zyuganov.

Venerdì gli Stati Uniti hanno imposto nuove sanzioni contro 21 cittadini russi e ucraini (soprattutto delle autoproclamate Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk), così come 9 società registrate in Ucraina e Russia.

Come notato dal Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, queste misure sono state intraprese per la situazione in Ucraina.

"Con le sanzioni contano di creare difficoltà economiche in Russia per avviare un nuovo ciclo di processi distruttivi all'interno del Paese", ha dichiarato Zyuganov durante una riunione del Partito Comunista Russo.

Correlati:

Novak: le nuove sanzioni non influenzeranno il lavoro delle aziende russe
Mosca: le nuove sanzioni contro la Russia dimostrano l'impotenza degli Stati Uniti
USA allargano le sanzioni antirusse
Tags:
Economia della Russia, Geopolitica, Politica Internazionale, Energia, sanzioni antirusse, Gennady Zyuganov, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook