17:37 23 Giugno 2018
Donald Trump

Trump senza limiti: stop agli immigrati da "Paesi di merda"

© AP Photo / Alex Brandon
Politica
URL abbreviato
28102

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, durante un incontro con i deputati alla Casa Bianca, ha definito come posti di merda (shitholes) alcuni Paesi da cui arrivano gli immigrati negli Stati Uniti.

Questa espressione volgare e irriverente è stata usata dal presidente mentre discuteva un disegno di legge con i senatori, riferiscono le fonti di diversi media, tra cui la Reuters ed il New York Times.

Secondo quanto riferito dai media, il giudizio irriverente di Trump è stato pronunciato durante l'incontro con i senatori Dick Durbin e Lindsay Graham. Questi senatori, il primo democratico il secondo repubblicano, avevano presentato insieme un'iniziativa per evitare le espulsioni dei cosiddetti "dreamers" ("sognatori"), i figli minorenni degli immigrati clandestini arrivati in America.

Il senatore democratico Dick Durbin ha menzionato Haiti durante la discussione sui problemi dell'immigrazione. Trump si è chiesto perché qualcuno vuole che arrivino negli Stati Uniti immigrati da Haiti e dall'Africa, definendo questi posti "di merda" (shitholes).

Il presidente ha aggiunto che si dovrebbe cercare di garantire che arrivino negli USA persone provenienti da Paesi come la Norvegia. Il Washington Post riferisce che Trump non è nemmeno contrario agli immigrati provenienti dai Paesi del Sud-Est asiatico, dato che aiutano l'economia statunitense.

In precedenza il presidente Trump aveva affermato che gli Stati Uniti hanno bisogno di un sistema di controllo dell'immigrazione che "prende in considerazione soprattutto le esigenze delle famiglie americane e dei contribuenti, così come la necessità di rafforzare la sicurezza."

Correlati:

Danimarca, ministro Immigrazione&Integrazione costretto a scappare dai profughi (VIDEO)
Quando l’immigrazione diventa retorica politica
Immigrazione e terrorismo, Trump se la prende con il “politically correct”
Tags:
migranti, Immigrazione, Razzismo, Politica Internazionale, Società, Casa Bianca, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik