12:24 29 Novembre 2020
Politica
URL abbreviato
12285
Seguici su

Mosca dovrebbe reagire alla decisione della Corte costituzionale moldava che ha deciso di rettificare il Codice della televisione e della radio vietando la trasmissione dei programmi di informazione russi. Lo ha dichiarato il presidente della Commissione parlamentare russa per gli affari internazionali Alexei Chepa.

"Questo influenzerà le nostre relazioni… Dovremo in qualche modo reagire", ha detto Chepa in un'intervista a Sputnik.

Il parlamentare ha sottolineato che il parlamento moldavo si è schierato apertamente dalla parte dei russofobici.

"Tutte le normative recentemente adottate… hanno carattere russofobico", ha spiegato il parlamentare.

Venerdì scorso, la Corte costituzionale moldava di Moldova Costituzionale ha deciso di rettificare il Codice della televisione e della radio vietando la trasmissione dei programmi di informazione russi. Il presidente Igor Dodon ha respinto la mozione, ma alla fine è stato obbligato ad approvarla perché la legge costringe il presidente ha firmare una mozione che il parlamento appoggia per due volte. Dodon ha comunque definito la decisione della Corte una palese violazione della libertà dei cittadini.

Correlati:

La Moldavia ha ritirato l'ambasciatore dalla Russia per consultazioni
Independent: Shengen chiama Ucraina, Georgia e Moldavia
Ucraina, Georgia e Moldavia: l'UE ha designato le aree del "Partenariato orientale plus"
Tags:
ritorsioni, Costituzione, divieto, Legge, Duma, Moldavia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook