10:37 18 Gennaio 2018
Roma+ 2°C
Mosca-9°C
    Edifici distrutti a Bengasi, Libia

    Esperto: Saif al-Islam Gheddafi è l’unico che può risolvere la crisi libica

    © AFP 2018/ ABDULLAH DOMA
    Politica
    URL abbreviato
    5220

    L’unione delle tribù libiche è fondamentale per garantire la stabilità nel paese. Lo ha dichiarato in un’intervista a Sputnik David Otto, esperto di lotta contro il terrorismo e la criminalità organizzata.

    Al culmine della crisi e della guerra civile, la Libia si prepara alle elezioni presidenziali del prossimo anno. Dopo la sua scarcerazione, il figlio di Muammar Gheddafi, Saif al-Islam, è considerato un potenziale favorito.

    "Egli è ben consapevole di ciò che è necessario fare affinché la Libia vada avanti, con un moderno sistema di governo che agisca negli interessi del popolo. Un sistema che escluda qualsiasi interferenza dall'esterno negli affari interni del paese. Penso che dopo aver passato un sacco di tempo in prigione, Saif al-Islam abbia avuto il tempo di pensare a cosa davvero è andato storto. E forse ora ha un'altra possibilità di dar prova della sua forza, se il popolo siriano deciderà davvero di sceglierlo come nuovo presidente", ha detto Otto.

    L'esperto sostiene che Saif al-Islam, in questa primissima fase, è riuscito a ottenere il sostegno di quasi l'80% dei membri dei consigli tribali, e in Libia ci sono circa 140 tribù. Già prima di salire al potere, Gheddafi si rese conto che la diversità tribale, in cui ogni tribù voleva essere dominante, costituiva la principale minaccia per l'unità del paese e la sua trasformazione da un paese povero a uno ricco. Saif al-Islam, durante la sua prigionia, ha capito il significato del sistema tribale. Inoltre gode del sostegno di alcune di queste tribù, e questo lo mette davvero in una posizione molto forte.

    "Saif al-Islam ha affermato nel 2011 che l'unico modo di mantenere saldo il potere è rispettare gli interessi dei consigli tribali. Ha mandato degli ambasciatori nei consigli tribali per parlare delle possibilità di creare una Libia unificata… Molti libici sono già stanchi di aspettare che un nuovo governo di Tripoli, sostenuto dalle Nazioni Unite, sia in grado di garantire la stabilità. Molte di queste tribù sono deluse da ciò che sta accadendo e credono che Muammar Gheddafi abbia gestito la Libia molto meglio. Pertanto, gode del loro sostegno, dal momento che lo considerano l'unica persona che potrebbe unire la maggior parte delle tribù", ha spiegato l'esperto.

    Otto crede che se Saif Islam vincerà davvero queste elezioni, si aprirà uno scenario incredibile per l'Occidente. La Libia ha bisogno di sostegno straniero, ed l'esperto pensa che molti paesi, tra cui l'Unione africana, siano in grado di contribuire a stabilizzare la situazione in Libia, anche se l'UE si rifiuta di collaborare con l'ipotetica presidenza di Saif Islam.

    "L'Occidente spera disperatamente di risolvere questo problema, e se Saif al-Islam è la persona che può fare tutto questo, allora non credo che l'Occidente possa in qualche modo impedirlo", ha concluso Otto.

    Correlati:

    La Libia è sull'orlo di una nuova crisi dei migranti
    Libia, ministro Esteri invita Mosca a riaprire ambasciata a Tripoli
    Il capo del gruppo di contatto in Libia nega il coinvolgimento dell'aviazione russa
    Tags:
    esperto, stabilità, crisi, Presidenza, elezioni, Saif al-Islam Gheddafi, Libia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik