20:38 18 Gennaio 2018
Roma+ 13°C
Mosca-5°C
    Foto di Bashar Assad a Damasco, Siria

    Crisi Siria, Russia rileva cambio di atteggiamento su Assad nel mondo

    © Sputnik. Valeriy Melnikov
    Politica
    URL abbreviato
    5251

    Sempre più Paesi, che prima perseguivano una linea intransigente nei confronti del governo siriano, ora stanno rivedendo la loro posizione, in particolare l'Arabia Saudita, ha raccontato a RIA Novosti l'inviato speciale del Cremlino sulla Siria Alexander Lavrentev.

    Secondo il diplomatico, in occasione di una conferenza a Riyadh i rappresentanti sauditi avevano cercato di convincere l'opposizione siriana a non inserire nella loro dichiarazione il riferimento alle dimissioni del presidente siriano Bashar Assad.

    "Hanno cercato apertamente di ragionare con l'opposizione e di convincerli sull'inutilità di includere nella dichiarazione finale passaggi offensivi contro le attuali autorità siriane", — ha detto Lavrentev.

    Molti avevano cercato di persuadere l'opposizione siriana a rinunciare a queste dichiarazioni per assicurare condizioni favorevoli nei negoziati a Ginevra, tra cui il ministro degli Esteri saudita Adel al-Jubair. Ma secondo Lavrentev, "non sono riusciti nell'impresa".

    Correlati:

    Media: USA pronti ad accettare presidenza di Assad fino ad elezioni del 2021
    Israele, curdi, ISIS: cosa si deve aspettare la Siria di Assad nel 2018?
    Ai colloqui di Ginevra l'uscita di Assad non è in discussione
    Rouhani rassicura Assad: Iran sosterrà la Siria nella lotta contro il terrorismo
    Lavrentev discute con Assad transizione a risoluzione politica in Siria
    “USA vogliono far diventare Raqqa la capitale della Siria non controllata da Assad”
    Tags:
    Geopolitica, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Opposizione siriana, Negoziati di Ginevra, crisi in Siria, Alexander Lavrentev, Russia, Arabia Saudita, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik