23:26 12 Novembre 2018
Le proteste contro il governo spagnolo, Barcellona

Spagna, Catalogna al voto: L'incognita della maggioranza (VIDEO)

© Sputnik . Havier Luengo
Politica
URL abbreviato
201

I sondaggi segnalano il rischio di un ritorno alle urne entro sei mesi.

La Catalogna al voto dopo la destituzione del governo di Carles Puigdemont da parte di Madrid a seguito del referendum sull'indipendenza della regione. Per conquistare la maggioranza nel parlamentino catalano occorrono 68 seggi e secondo i sondaggi nessun partito registrerà questi numeri.

Gli unionisti di Ciutadans de Catalunya dovrebbero attestarsi intorno al 24 per cento dei voti aggiudicandosi  32-33 seggi, mentre gli indipendentisti Esquerra Republicana potrebbero arrivare a 30-32 seggi se dovessero registrare alle urne un risultato intorno al 20 per cento, mentre Junts per Catalunya, il partito guidato dall'ex presidente Puigdemont, è dato al 19 per cento (27-29 seggi), il 20 per cento in meno rispetto alle elezioni del 2015 in cui era riuscito ad aggiudicarsi 62 seggi.

Puigdemont si è autoesiliato a Bruxelles insieme ad altri quattro ex ministri del suo governo dopo che la Procura di Madrid gli ha contestato i reati di sedizione, ribellione e abuso di fondi pubblici per il referendum. Altri 8 ex ministri sono stati incarcerati con le stesse accuse. Jordi de la Fuente, responsabile degli affari esteri della piattaforma per la Catalogna (PXC) ha sottolineato che se i partiti a favore dell'indipendenza dovessero anche ottenere la maggioranza dei seggi, come previsto dai sondaggi, ma non la maggioranza dei voti, si tornerebbe alle urne nel breve periodo, massimo sei mesi.

Correlati:

Spagna, socialisti chiedono spiegazioni al governo su interferenza russa in Catalogna
Catalogna, Zakharova: Madrid fornisca prove nostro coinvolgimento
Ambasciatore russo commenta dichiarazioni sullo "zampino di Mosca" in Catalogna
Tags:
Elezioni in Catalogna, Carles Puigdemont, Catalogna, Spagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik