04:31 16 Dicembre 2017
Roma+ 9°C
Mosca+ 2°C
    Andrej Babiš

    Repubblica Ceca, Zeman nomina ufficialmente Babiš primo ministro

    © AP Photo/ Petr David Josek
    Politica
    URL abbreviato
    190

    Andrej Babiš è stato ufficialmente nominato capo del consiglio dei ministri della Repubblica Ceca dal presidente, Miloš Zeman, e ha prestato giuramento.

    Gli altri partiti, a differenza del presidente Zeman, non hanno ancora sostenuto la candidatura di Babish alla carica di primo ministro. Il parlamento dovrà votare la fiducia al nuovo primo ministro. Ha in programma di formare un consiglio dei ministri con cinque rappresentanti del partito ANO e nove nuovi membri del governo. Il presidente dovrà approvare la candidatura di ciascuno di loro entro una settimana.

    Andrej Babiš, 63 anni, è un imprenditore, patrone dell'azienda agrochimica Agrofert, la più grande del settore in Europa orientale. La rivista Forbes ha stimato il suo capitale a 4,1 miliardi di dollari. Nel 2011 ha fondato il movimento politico ANO, il cui nome sta per "Azione dei cittadini scontenti". Obiettivi principali del movimento sono la lotta alla corruzione e altre carenze nella vita pubblica del paese. Il movimento si oppone ai partiti tradizionali, che, secondo Babiš, sono impantanati nel clientelismo e lontani dalle reali esigenze dei cittadini.

    In politica estera Babiš è favorevole al rafforzamento del ruolo delle istituzioni politiche nazionali nell'Unione Europea e ritiene che la Repubblica Ceca non ha bisogno di affrettarsi per passare all'euro. Per quanto riguarda la questione della Crimea egli ritiene che sia già un fatto compiuto e, di conseguenza, le sanzioni sono inutili.

    Correlati:

    Repubblica Ceca, presidente Zeman smentisce teorema “propaganda russa” nelle elezioni
    Le Figaro: presidente Repubblica Ceca invita a ritirare sanzioni e controsanzioni
    Russia e Repubblica Ceca firmeranno accordi per 20 miliardi di dollari
    Tags:
    formazione, Nomina, governo, Andrej Babiš, Repubblica Ceca
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik