19:55 16 Dicembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 5°C
    Bandiera ucraina, crisi Donbass

    Ambasciatore ucraino a Washington rivela quando Kiev riceverà armi americane

    © AP Photo/ Evgeniy Maloletka
    Politica
    URL abbreviato
    0 05

    In un'intervista con l'edizione ucraina di “Radio Liberty”, l'ambasciatore straordinario e plenipotenziario dell'Ucraina negli Stati Uniti Valery Chaly ha ipotizzato che il presidente americano Donald Trump firmerà il disegno di legge per la fornitura di armi letali a Kiev prima della fine dell'anno.

    "Auspichiamo che le nostre argomentazioni sulle forniture di queste armi prima delle elezioni presidenziali in Russia siano molto importanti, diventeranno un'ulteriore leva di influenza e saranno ascoltate", ha dichiarato il diplomatico.

    Chaly ha aggiunto che l'Ucraina sta già ricevendo armi tattiche operative americane, non solo lanciagranate.

    "L'elenco è più ampio, ma si limita ad armamenti tattici, compresi quelli letali", ha aggiunto l'ambasciatore.

    Il disegno di legge sulla fornitura di armi letali all'Ucraina è stato approvato dalla Camera dei Rappresentanti e dal Senato americano. Il documento deve essere firmato dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Il valore complessivo delle forniture di armi americane in Ucraina è stimato in 50 milioni di dollari.

    Correlati:

    USA: continua la consegna di armi non letali all'Ucraina
    La Lituania darà all'Ucraina fucili usati e altre armi per due milioni di euro
    A Trump proposto di destinare all'Ucraina 47 milioni di dollari in armi
    Ucraina, media: Kiev manda agli USA la lista delle armi che ha bisogno
    Retromarcia del presidente Poroshenko: "USA non consegneranno armi letali all'Ucraina"
    Ucraina, Putin: Armi Usa a Kiev? È decisione sovrana di Washington
    "Trump unico oppositore delle forniture di armi americane in Ucraina"
    Tags:
    Geopolitica, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, Armi all'Ucraina, Casa Bianca, Donald Trump, Valery Chaly, USA, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik