Widgets Magazine
03:06 20 Agosto 2019
Oppositore turco Fethullah Gulen (foto d'archivio)

Turchia smentisce accordo segreto con ex consigliere di Trump per estradizione Gülen

© AP Photo / Selahattin Sevi, File
Politica
URL abbreviato
130

L'Ambasciata turca negli Stati Uniti ha smentito le notizie diffuse nei media, secondo cui Ankara avrebbe tentato di ottenere l'estradizione del predicatore islamico d'opposizione Fethullah Gülen dagli Stati Uniti attraverso trattative segrete con un funzionario americano.

In precedenza il Wall Street Journal aveva pubblicato un articolo in cui si affermava che Micheal Flynn, l'ex consigliere per la Sicurezza Nazionale del presidente Donald Trump, avrebbe trattato con i rappresentanti di Ankara per estradare in Turchia Gülen per 15 milioni di dollari. Gli avvocati di Flynn erano già intervenuti in precedenza per smentire la notizia.

"Come abbiamo detto in precedenza, tutte le congetture secondo cui la Turchia ricorrerebbe a mezzi al di fuori della legge per la sua estradizione sono assolutamente false, assurde ed infondate", si legge nel comunicato della missione diplomatica turca.

L'ambasciata ha inoltre sottolineato che le autorità continuano a sperare nella rapida estradizione del predicatore, accusato in patria di essere l'organizzatore del tentato golpe della notte tra il 15 e 16 luglio del 2016.

La Reuters aveva riferito in precedenza che la Turchia avrebbe offerto un compenso a Flynn per indagare come l'oppositore islamico Fethullah Gülen "avvelenasse l'atmosfera" tra Washington ed Ankara.

Correlati:

Opposizione turca, caso Gulen: Berlino dice no a richiesta di Ankara
Turchia, minacce da morte per turchi vicini a Gulen in Europa
La Turchia chiede agli USA di velocizzare l’estradizione di Gülen
Tags:
Politica Internazionale, Ambasciata, Colpo di stato in Turchia, Casa Bianca, Recep Erdogan, Donald Trump, Michael Flynn, Fethullah Gülen, USA, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik