Widgets Magazine
13:44 20 Settembre 2019
Jens Stoltenberg

Stoltenberg spiega perchè la NATO cambia la struttura di comando

© AFP 2019 / THIERRY CHARLIER
Politica
URL abbreviato
7119
Seguici su

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha affermato che l'alleanza sta adattando la sua struttura di comando anche per la situazione in Ucraina.

Stoltenberg ha detto ai giornalisti che i ministri della Difesa dei Paesi membri della NATO concorderanno la creazione di nuovi centri di comando nella riunione di mercoledì. Uno di loro si occuperà della difesa nell'Atlantico delle rotte di navigazione che collegano l'America settentrionale e l'Europa, il secondo gestirà lo schieramento dei contingenti in Europa.

Secondo il segretario generale, quando verranno discusse le sfide di sicurezza comuni durante la cena, nonché durante la discussione nel vertice, i ministri toccheranno la questione ucraina.

"Perché uno dei motivi principali per cui la NATO si riconfigura aumentando la preparazione al combattimento delle nostre forze, rafforzando la presenza nel fianco orientale, così come adattando la struttura di comando, è la riunificazione della Crimea con la Russia e il proseguimento della destabilizzazione dell'Ucraina", — ha rilevato Stoltenberg.

La Crimea è diventata nuovamente una regione russa a seguito dei risultati del referendum svoltosi dopo il colpo di stato in Ucraina. Per la riunificazione con la Russia ha votato più del 95% degli abitanti della penisola.

Correlati:

“Immunità e privilegi al personale NATO in Montenegro significano occupazione”
Forbes: Russia ha mandato in fumo piani NATO e USA nel Mar Nero grazie a Crimea
Shoygu: peggioramento situazione al confine Russia-NATO
Spiegel: alla NATO hanno riconosciuto di non essere in grado di difendersi dalla Russia
Un deterrente contro la Russia: come la NATO sviluppa logistica e infrastrutture in Europa
Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Difesa, Occidente, Sicurezza, NATO, Jens Stoltenberg, Europa, Crimea, Donbass, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik