03:54 30 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
7123
Seguici su

Nelle relazioni tra USA e Russia è in corso una nuova fase di guerra fredda, ha dichiarato l’ex capo del Pentagono Leon Panetta.

"Abbiamo una nuova fase di guerra fredda con la Russia" ha detto parlando ad una conferenza con l'Hudson Institute a Washington.

Secondo Panetta, gli USA devono svolgere un ruolo fondamentale in Medio Oriente, in particolare in Siria, e devono cercare di scongiurare le influenze della Russia nella regione nonché creare una linea di demarcazione. "Se non agirete duramente con Putin, sarà lui a trarne beneficio. Credo sia per questo motivo che è molto importante per gli USA far capire loro che c'è una linea che non si può attraversare" ha detto l'ex capo del Pentagono.

A suo parere, l'attuale amministrazione degli USA sta conducendo molto bene gli affari con Mosca. "Non si può solo sperare che a un certo punto i russi diventino buoni. Bisogna essere duri con loro. Si può negoziare con Putin, l'abbiamo fatto, e abbiamo avuto successo in passato. Ma si dovrebbe farlo da una posizione di forza" ritiene l'ex capo del Pentagono.

All'inizio di settembre, su richiesta delle autorità statunitensi sono stati chiusi in USA il consolato generale russo a San Francisco e le Camere di commercio russe a Washington e New York. Poi gli edifici sono stati perquisiti. Mosca ha definito queste tali azioni come ostili e ha promesso di rivolgersi alla corte.

In precedenza, Vladimir Putin, nel corso di una sessione del dibattito internazionale club "Valdai", ha detto che crede nella risoluzione dei problemi tra Russia e USA ma che per questo sia necessaria una volontà da parte di Washington.

Correlati:

USA possono riportare bombardieri B-52 a regime di combattimento come nella guerra fredda
"Ci sono parlamentari nell’APCE che pensano ancora con logiche da guerra fredda"
"La guerra fredda d'informazione tra Russia e USA sta diventando calda"
Tags:
guerra, Relazioni Internazionali, guerra fredda, guerra fredda, Pentagono, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook