08:19 25 Novembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca-6°C
    Proteste degli agricoltori contro le sanzioni in Polonia (foto d'archivio)

    Anche in Polonia si rileva l'effetto negativo delle sanzioni contro la Russia

    © Sputnik. Filip Klimashevsky
    Politica
    URL abbreviato
    141198281

    L'ex premier polacco Leszek Miller ha dichiarato che le sanzioni contro la Russia dell'Unione Europea in primo luogo hanno un impatto negativo sui cittadini comuni, in particolare per gli esportatori polacchi di prodotti agricoli. Le sue parole vengono riportate dal giornale russo "Izvestia".

    "Sono stati costretti a cercare nuovi mercati, che sono meno redditizie per loro in termini di numero di consegne e da un punto di vista logistico," — si è lamentato il politico.

    Miller è sicuro che le sanzioni non risolvono i problemi, quindi ha chiesto di "cercare modi di dialogo".

    In precedenza l'ex primo ministro aveva dichiarato che in Polonia la russofobia è diventata un'ideologia di Stato.

    Alcuni Paesi europei si oppongono alle sanzioni contro la Russia, rilevando i danni subiti dalle proprie economie. In Italia hanno detto che le misure restrittive si sono trasformate in perdite da 7 miliardi di euro per le proprie imprese. Anche il presidente della Repubblica Ceca Milos Zeman è favorevole al cambio di linea verso Mosca.

    Tags:
    Russofobia, Politica Internazionale, Economia, Agricoltura, sanzioni antirusse, Unione Europea, Leszek Miller, Polonia, UE, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik