16:30 20 Ottobre 2018
Bandiera russa a Sebastopoli, Crimea

In Ucraina definite “inutili” le leggi sulla ripresa della Crimea

© Sputnik . Evgeny Biyatov
Politica
URL abbreviato
5212

Nessuna legge può riportare la Crimea e il Donbass sotto il controllo delle autorità ucraine, ha dichiarato il vice ministro dei Territori Occupati Temporaneamente e degli Sfollati Interni, Georgy Tuka in un'intervista con l'agenzia ucraina UNN.

"Adottare qualsiasi legge su questo tema penso sia solo politicante. <…> Quando sento le dichiarazioni rilasciate da alcuni dei nostri populisti come "il potere criminale non ha fatto niente per la Crimea, posso solo dire che nessun documento, legge o decreto ci riporterà il Donbass e la Crimea".

Allo stesso tempo Tuka ha aggiunto che, contrariamente con la Crimea, vede spiragli per il ritorno del Donbass sotto il controllo di Kiev.

A suo parere solo aumentando la capacità di combattimento dell'esercito, lo status economica e finanziario dell'Ucraina, nonché il rafforzamento delle comunità permetteranno di riportare il Donbass sotto il controllo di Kiev.

La Crimea è diventata nuovamente una regione russa a seguito dei risultati del referendum tenutosi dopo il colpo di stato in Ucraina. Per la riunificazione con la Russia ha votato più del 95% degli abitanti della penisola.

Correlati:

Ucraina, media: la Russia costruirà un muro al confine della Crimea
La Corea del Nord riconosce l'appartenenza della Crimea alla Russia
Repubblica Ceca, presidente Zeman propone soluzione per chiudere questione Crimea
Delegazione norvegese in Crimea: vuole convincere Occidente che penisola è russa
“Rinuncia di Kiev a NATO e Crimea sono il primo passo per la fine del conflitto”
Repubblica Ceca, Zeman: doppio standard l'atteggiamento verso Crimea e Kosovo
Ucraina, il decreto sul reintegro del Donbass prevede la legge marziale
Ucraina prepara causa internazionale contro la Russia sul Donbass
Tags:
politica interna, Politica Internazionale, Georgy Tuka, Crimea, Donbass, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik