09:50 18 Dicembre 2017
Roma+ 4°C
Mosca+ 0°C
    Donald Trump durante un incontro con i capi militari degli Stati Uniti alla Casa Bianca

    Nucleare, Trump verso lo stop all’accordo con l’Iran

    © REUTERS/ Yuri Gripas
    Politica
    URL abbreviato
    28027

    Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump prevede di non certificare l'accordo nucleare iraniano, ma non chiederà nuove sanzioni su Teheran: lo ha riferito il Washington Post, citando fonti informate sulla strategia della Casa Bianca.

    Secondo il quotidiano, Trump dovrà pronunciare un discorso il 12 ottobre, dove "apre la porta a modificare" l'accordo come parte di un approccio più duro verso l'Iran, la nazione che accusa di sponsorizzare il terrorismo in Medio Oriente.

    Nel frattempo, però, Trump non raccomanderà che il Congresso imponga sanzioni sull'Iran che revocherebbero completamente l'accordo. Per il quotidiano, gli esperti del tema avvertono che i piani non sono impostati e potrebbero cambiare.

    La Casa Bianca non ha confermato i piani per un discorso o il suo contenuto. Trump è stato un critico esplicito dell'accordo nucleare iraniano, affermando che non è nell'interesse nazionale degli Stati Uniti e che promette di rinegoziarlo su basi più giusti.

    Il 15 ottobre è il termine ultimo per il presidente Trump di riferire al Congresso sulla circostanza se certifica o meno l'attuale trattato internazionale con l'Iran. Se Trump sceglie di non certificare l'accordo, il Congresso avrà un periodo di revisione di 60 giorni per sbrogliare i prossimi passi per la strategia statunitense. La mozione per non certificare l'accordo non lo revoca automaticamente. 

    Correlati:

    Trump ha esteso il divieto di finanziamento agli scambi educativi con la Russia
    Trump nomina Tillerson: curerà le sanzioni contro la Russia
    Corea del Nord invita gli analisti repubblicani a capire meglio Trump e i suoi segnali
    Tags:
    nucleare, Donald Trump, Iran, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik