03:00 25 Novembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca-5°C
    Soldato siriano sul fronte di Deir ez-Zor

    Per il Guardian “Russia e Assad vicini alla disfatta dell'ISIS”

    © Foto: Press Service of the President of Syria
    Politica
    URL abbreviato
    32677321

    Le forze governative siriane con il supporto dell'aviazione russa hanno liberato dall'ISIS Akerbat, una città siriana strategicamente importante, scrive il Guardian.

    Secondo il generale Alexander Lapin, il comandante del contingente militare russo in Siria, "tutte le condizioni sono create per la sconfitta definita dell'ISIS in Siria".

    Il generale russo ha dichiarato che durante l'ultima operazione congiunta di Russia e Siria contro il Daesh, sono stati uccisi 1209 jihadisti e sono stati distrutti 49 tank e 159 pick-up con mitragliatrici.

    Per quanto riguarda le vittime civili la Russia, secondo il giornale britannico, solitamente evita di parlarne o dichiara che non ci sono state, nonostante gli osservatori dei diritti umani sostengano il contrario.

    Lapin ha osservato che l'ISIS e gli altri gruppi islamisti attualmente controllano circa il 15% del territorio siriano.

    Il Centro di Osservazione dei diritti umani in Siria riferisce che il governo di Assad controlla ora il 48% del territorio nazionale, tuttavia anche dopo la vittoria definitiva sull'ISIS, la guerra civile lunga e distruttiva che ha sconvolto il Paese sarà ancora lontana dalla fine, scrive il Guardian.

    Correlati:

    Botta e risposta tra USA e Russia sulle accuse del Pentagono in Siria
    Ministero Difesa russo rivela nuovi metodi di guerra contro l'ISIS in Siria
    Forze governative siriane strappano all'ISIS 2 quartieri di Deir ez-Zor
    “Non i militari americani, ma i russi distruggeranno ultima roccaforte dell'ISIS in Siria”
    Putin: ogni successo nella lotta contro il terrorismo deve essere una vittoria comune
    “Vincendo in Siria la Russia di Putin lancia una sfida a NATO e USA”
    Tags:
    Terrorismo, Geopolitica, Politica Internazionale, raid della Russia in Siria, crisi in Siria, Daesh, Guardian, Esercito della Siria, Bashar al-Assad, Siria, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik