22:02 23 Settembre 2017
Roma+ 13°C
Mosca+ 8°C
    Jalta, Crimea

    “Riprenderemo Jalta nel 2018”: la Crimea chiede sobrietà al presidente ucraino Poroshenko

    © Sputnik. Taras Litvinenko
    Politica
    URL abbreviato
    141820352

    Le autorità ucraine devono imparare a guardare il mondo in modo sobrio, quando esprimono il desiderio di riprendersi la Crimea sotto la loro giurisdizione, ha dichiarato il presidente della commissione governativa sulle relazioni etniche nella penisola Zaur Smirnov.

    In precedenza i media ucraini avevano riferito che nel 2018 Kiev intende riprendere il controllo della Crimea.

    In particolare il presidente Petr Poroshenko aveva affermato che "insieme al regime senza visti e all'accordo di associazione ci riprenderemo anche Jalta".

    "Poroshenko dovrebbe guardare il mondo sobriamente, i suoi desideri non corrispondono alla realtà di Jalta, così come l'intera Crimea russa difficilmente sarà accogliente per uno qualsiasi degli esponenti del regime di Kiev," — ha dichiarato Smirnov.

    La Crimea è diventata nuovamente una regione russa dopo il referendum del marzo 2014, svoltosi successivamente al colpo di stato a Kiev del movimento Euromaidan. L'Ucraina contesta i risultati del plebiscito e considera ancora la Crimea come un territorio proprio "temporaneamente occupato".

    Secondo il presidente russo Vladimir Putin, la questione della Crimea "è chiusa definitivamente".

    Correlati:

    La Zakharova ha commentato la dichiarazione della Merkel su Crimea e DDR
    Anche da Mosca critiche contro la Merkel per sue frasi su Crimea e Germania Est
    Crimea risponde a parole della Merkel sul paragone della penisola con Germania Est
    Pushkov ribatte a Poroshenko sulla Crimea: non ci riuscirà
    Figlio di Crusciov spiega perchè il padre ha regalato la Crimea all'Ucraina nel 1954
    Tags:
    Politica Internazionale, Zaur Smirnov, Petr Poroshenko, Yalta, Russia, Ucraina, Crimea
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik