11:07 23 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 8°C
    Sputnik

    Diplomazia russa condanna pressione autorità americane contro Sputnik

    © Sputnik. Igor Russak
    Politica
    URL abbreviato
    323625

    L'interrogatorio da parte dell'FBI nei riguardi di un ex collaboratore dell'agenzia di stampa russa Sputnik Andrew Feinberg è inaccettabile, Mosca si riserva il diritto di rispondere alle azioni intimidatorie degli Stati Uniti contro il media russo, ha dichiarato la rappresentante del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

    Secondo la Zakharova, Washington "si presenta come difensore della libertà di parola", ma "vediamo cosa accade in realtà". "Gli interrogatori di giornalisti in merito alle loro attività professionali sono inaccettabili", ha sottolineato la Zakharova.

    "La pressione delle autorità americane sull'agenzia di stampa russa è una chiara violazione degli obblighi internazionali in materia di libertà di espressione nei media. Questo passo immotivato è inaccettabile per uno Stato democratico," — ha rilevato la portavoce del ministero degli Esteri russo.

    "Ci riserviamo il diritto di rispondere alle azioni irriverenti della parte americana", ha aggiunto.

    In precedenza il portale Yahoo News, citando fonti anonime, ha riferito che l'FBI ha interrogato l'ex dipendente di Sputnik Andrew Feinberg nell'ambito dell'inchiesta secondo cui l'agenzia russa agirebbe come organi di propaganda del Cremlino in violazione alla legge statunitense sugli agenti stranieri (FARA). Il portale afferma che l'FBI ha avuto accesso alla corrispondenza lavorativa di Feinberg e di Joseph John Fionda, un altro ex dipendente dell'ufficio di Washington dell'agenzia. L'FBI stessa non ha risposto all'inchiesta ufficiale dell'agenzia russa per capire se sia ufficialmente sotto indagine o meno.

    Al Cremlino queste notizie hanno suscitato preoccupazione.

    Correlati:

    Freedom of Press Foundation critica l'indagine dell'FBI contro Sputnik
    Cremlino: preoccupazioni per l'indagine dell'FBI contro Sputnik
    Gli attacchi contro Sputnik in USA violano la libertà d’informazione
    Simonyan su FBI contro Sputnik: la libertà di parola si rivolta nella tomba
    L'FBI interroga l'ex-dipendente di Sputnik sulle comunicazioni interne
    Tags:
    Russofobia, Società, Censura, Giornalismo, Il Ministero degli Esteri della Russia, mass media, FBI, Maria Zakharova, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik