16:35 20 Luglio 2018
Elezioni in Russia

Sebastopoli risponde alle proteste di Kiev per lo svolgimento delle elezioni

© Sputnik . Igor Ageyenko
Politica
URL abbreviato
6321

Le proteste delle autorità ucraine per l'elezione del governatore di Sebastopoli sono dovute all'obbligo di reagire, ma non cambieranno lo stato delle cose: la Crimea non tornerà mai più in Ucraina, ha detto a RIA Novosti il presidente dell'assemblea legislativa di Sebastopoli Ekaterina Altabaeva.

Il ministero degli Esteri dell'Ucraina aveva espresso le sue proteste per il processo elettorale secondo la legislazione russa in Crimea e Sebastopoli, aveva in precedenza riferito la rappresentante ufficiale del dicastero diplomatico ucraino Mariana Betsa.

"I politici ucraini hanno la necessità di dire qualcosa sulle elezioni, ma dovrebbero sicuramente essere consapevoli, penso che se ne rendano effettivamente conto, che la Crimea e Sebastopoli non potranno mai più tornare nello Stato ucraino", ha sottolineato la Altabaeva.

Ha definito Sebastopoli come uno dei centri patriottici della Russia, determinato dalla sua storia e dalla sua vita moderna.

"Quindi Sebastopoli e l'Ucraina non hanno nemmeno le strade parallele, ma divergenti. Forse in futuro i politici ucraini guarderanno in modo diverso i processi naturali che si sono verificati nella politica e nella società a partire dal 2014. Di conseguenza, le parole e la realtà, come si dice ad Odessa, sono due cose profondamente diverse", ha aggiunto la Altabaeva.

Correlati:

Mariani: legittime le elezioni del 10 settembre in Crimea
Comitato elettorale racconta come si svolgono le elezioni in Crimea
Ucraina protesta per svolgimento elezioni russe in Crimea
Tags:
politica interna, Politica Internazionale, Società, Elezioni, Ekaterina Altabaeva, Mariana Betsa, Crimea, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik