06:32 25 Settembre 2017
Roma+ 24°C
Mosca+ 3°C
    Kim Jong-un

    Londra sospetta Iran e Russia di coinvolgimento nel programma nucleare nordcoreano

    © AP Photo/ Korean Central News Agency
    Politica
    URL abbreviato
    141314113

    Le autorità britanniche ritengono che la Corea del Nord possa essere in qualche modo in debito di riconoscenza con l'Iran per i suoi ultimi successi nello sviluppo delle armi nucleari, scrive il Telegraph.

    Secondo il giornale, il ministero degli Esteri britannico sta cercando di chiarire se le "potenze nucleari reali e passate" potrebbero aver aiutato Kim Jong-un ad aver compiuto un passo in avanti nel programma per lo sviluppo di testate nucleari e missili.

    Le fonti nel governo britannico ritengono che i tecnici nordcoreani non possano aver raggiunto risultati simili da soli.

    Questa tesi era stata sostenuta in precedenza proprio dal capo della diplomazia britannica Boris Johnson.

    "Al momento stiamo indagando le circostanze su come questo Paese sia riuscito a compiere questo balzo tecnologico. Stiamo verificando se una potenza nucleare attuale o vecchia abbia avuto un ruolo, deliberatamente o meno," il Telegraph riporta le parole di un diplomatico.

    Lo stesso Johnson non ha rivelato chi avrebbe potuto dare la propria assistenza a Pyongyang.

    Allo stesso tempo, secondo il giornale, l'Iran è in cima alla lista dei "sospetti" che avrebbero fornito tecnologie segrete alla Corea del Nord. Nell'articolo non si chiariscono le ragioni per cui i maggiori sospetti ricadono proprio su Teheran.

    Lo scopo dell'inchiesta è assicurare ai diplomatici una nuova leva di pressione sulla Corea del Nord, scrive il giornale.

    Allo stesso tempo, secondo il Telegraph, le autorità britanniche hanno messo nel mirino anche la Russia. Non vengono forniti ulteriori dettagli su questa pista.

    Sabato la missione permanente statunitense alle Nazioni Unite ha annunciato che la parte americana farà votare lunedì 11 settembre la propria bozza di risoluzione al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per introdurre sanzioni ancor più pesanti contro la Corea del Nord.

    Correlati:

    “Interessi diversi per Cina e Russia, ma non vogliono crollo del regime in Nord Corea”
    Stoltenberg: le azioni della Corea del Nord hanno bisogno di una risposta globale
    Nord Corea, nella Duma definite condizioni per sostegno di Mosca a nuova risoluzione USA
    Corea del Nord, Russia: Continueremo cooperazione economica nel rispetto risoluzione Onu
    Tags:
    Politica Internazionale, Geopolitica, Armi nucleari, Tecnologia, The Telegraph, Boris Johnson, Iran, Russia, Gran Bretagna, Penisola coreana, Corea del Nord
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik