18:49 15 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Crimea

    Figlio di Crusciov spiega perchè il padre ha regalato la Crimea all'Ucraina nel 1954

    © Sputnik. Vitaliy Belousov
    Politica
    URL abbreviato
    64620

    Il figlio di Nikita Crusciov, Sergey, attualmente professore nell'Università Brown negli Stati Uniti (Rhode Island), ha spiegato perché il padre nel 1954 ha consegnato la Crimea all'Ucraina, sostenendo che in questo gesto non c'era alcuna motivazione politica.

    "Mio padre ha dato la Crimea all'Ucraina perché, se si guarda la carta geografica, la Crimea fa parte dell'Ucraina, e quando hanno cominciato ad occuparsi di economia, soprattutto per costruire il canale che ora purtroppo è stato interrato, la commissione di pianificazione dello Stato aveva detto che la cosa migliore sarebbe stata se la costruzione fosse avvenuta sotto un unico soggetto giuridico, pertanto è stata data all'Ucraina, allo stesso modo venivano cedute molte regioni," — il sito del canale televisivo "112 Ukraina"riporta le parole del figlio del leader sovietico succeduto a Stalin.

    Secondo Sergey Crusciov, "non c'era nessuna motivazione politica, come amano dire in Russia, per cercare di compiacere la burocrazia ucraina o persino che era un regalo a mia madre, che era nata in Ucraina occidentale."

    "E' stata una decisione giusta e strutturale. La Crimea ha ripreso a vivere, sono stati piantati molti vigneti," — ha detto Crusciov.

    La regione della Crimea ha fatto parte della Repubblica Socialista Sovietica Russa fino al 19 febbraio 1954, quando il presidium del Soviet Supremo dell'URSS aveva promulgato il decreto per il trasferimento della penisola all'Ucraina. Il decreto è stato spinto dal leader sovietico Nikita Crusciov, che per molto tempo aveva lavorato in Ucraina. Dopo il crollo dell'URSS, la Crimea è rimasta territorio ucraino.

    La Crimea è diventata nuovamente una regione russa a margine del referendum del marzo 2014, in cui il 96,77% degli elettori della Repubblica di Crimea e il 95,6% di Sebastopoli ha votato sì alla riunificazione con la Federazione Russa. Le autorità della Crimea avevano indetto il referendum dopo il colpo di stato in Ucraina del febbraio 2014. L'Ucraina considera ancora la Crimea come un suo territorio "temporaneamente occupato".

    Correlati:

    Putin non rimpiange riunificazione della Crimea
    Putin parla di Ucraina, Crimea e Donbass
    Putin: l’appartenenza territoriale della Crimea è fuori discussione
    “Putin ha fatto tutto quello che doveva fare per salvare la Crimea dalla guerra”
    Putin sulla Crimea: Russia pronta ad andare in fondo per difendere i propri interessi
    L'Ucraina rischia l’isolamento internazionale per le iniziative contro la Crimea
    Politico tedesco sostiene riconoscimento della Crimea come parte della Russia
    Gorbaciov e la disgregazione dell'Urss: la Crimea ha messo la parola fine
    Kiev minaccia Gorbaciov per sostegno a riunificazione della Crimea con la Russia
    Tags:
    URSS, Storia, Geopolitica, Politica Internazionale, Crimea, Ucraina, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik