17:31 25 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
701
Seguici su

La questione dell'ottenimento della Polonia dei danni di guerra dalla Russia è controversa, ha dichiarato il ministro degli Esteri polacco Witold Waszczykowski alla radio RMF FM.

Ha spiegato che il problema non è risolto dal punto di vista giuridico e pertanto richiede un'analisi approfondita. Waszczykowski ha inoltre aggiunto che questo argomento "va oltre le prerogative del ministero degli Esteri".

Sabato scorso gli esponenti del partito al governo in Polonia "Legge e Giustizia" avevano espresso la necessità di ambire al risarcimento dei danni di guerra non solo dalla Germania, ma anche dalla Russia.

Secondo il deputato Jan Mosinski, nel 1921 era stato firmato il Trattato di Riga per porre fine alla guerra sovietico-polacca, in base al quale la Russia sovietica avrebbe dovuto pagare alla Polonia 30 milioni di rubli d'oro, tuttavia questa compensazione non è mai stata ricevuta.

Secondo il deputato, è giusta la richiesta "per sedersi e parlare per come concretizzare questi risarcimenti di guerra".

La Russia ritiene irragionevole le richieste della Polonia e la questione dei pagamenti del Trattato di Riga è chiusa.

Correlati:

“Mosca dovrebbe ignorare le richieste di risarcimento della Polonia”
Polonia intende chiedere risarcimento alla Russia per danni della Seconda guerra mondiale
Tags:
Politica Internazionale, Finanze, Storia, URSS, Witold Waszczykowski, il ministro degli Esteri polacco, Jan Mosinski, Russia, Polonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook