13:28 23 Ottobre 2017
Roma+ 16°C
Mosca+ 1°C
    Donald Trump e Vladimir Putin s'incontrano ai margini del vertice G20

    Forbes: chiusura Consolato Generale russo in USA segnerà fallimento disgelo Trump

    © REUTERS/ Carlos Barria
    Politica
    URL abbreviato
    3150485

    Washington sta valutando la chiusura di uno dei Consolati Generali della Federazione Russa negli Stati Uniti in risposta al taglio del personale nelle missioni diplomatiche americane in Russia, scrive Forbes.

    Come osservato dalla rivista, se le autorità americane intraprenderanno questo passo, metteranno fine ai tentativi di Trump di ripristinare le relazioni con Mosca.

    Lo scambio di colpi nello stile della guerra fredda tra Russia e Stati Uniti continua, scrive il giornalista di Forbes Kenneth Rapoza. Dopo che Washington ha inasprito le sanzioni nei confronti di Mosca, il Cremlino ha espulso centinaia di diplomatici statunitensi dalla capitale russa per pareggiare il loro numero con i diplomatici russi negli Stati Uniti.

    Ora Washington sta valutando di chiudere uno dei Consolati Generali della Federazione Russa per equiparare il loro numero a quelli americani in Russia, scrive il giornale riferendosi alla stampa russa.

    "Benvenuti all'asilo," — ha ironicamente commentato l'autore dell'articolo.

    Secondo Vladimir Putin, l'espulsione del personale dell'Ambasciata americana è una risposta alle azioni della vecchia amministrazione Obama, che nel dicembre dello scorso anno aveva mandato via dagli Stati Uniti 35 diplomatici russi, perchè sospettati di aver influito l'esito delle elezioni presidenziali statunitensi dello scorso novembre.

    Tuttavia ad oggi nessuno di questi diplomatici figura nella lista dei sospetti per le possibili collusioni tra la squadra di Donald Trump e la Russia, né nei rapporti diffusi tramite la stampa dalla NSA e dalle altre agenzie d'intelligence.

    In conclusione Forbes fa notare che l'economia russa è riuscita a sopravvivere alle sanzioni adottate nei confronti di Mosca dopo "l'annessione" della Crimea e tentativi dei gruppi filorussi dell'Ucraina orientale per separarsi da Kiev. Ma a luglio il Congresso degli Stati Uniti, cercando di togliere a Trump il potere di decidere sulle questioni russe, quasi all'unanimità ha adottato un pacchetto di sanzioni che non può essere abrogato con un decreto presidenziale.

    Secondo Rapoza, se la Russia perderà uno dei Consolati Generali, significherà che gli altri rami dell'amministrazione americana sono riusciti a far saltare il piano di Trump per riavviare le relazioni con Mosca.

    Correlati:

    Portale americano “Business Insider” ipotizza reazione russa a sanzioni USA
    USA sorpassano alcuni Paesi UE negli scambi commerciali con Russia nonostante sanzioni
    La Russia si prepara a sanzioni durature da parte degli Stati Uniti
    Per ex ambasciatore russo negli USA difficile annullare sanzioni di Washington
    Media: le sanzioni USA minano la redditizia cooperazione Russia-UE nel settore energetico
    La Cina si oppone alle nuove sanzioni degli Stati Uniti contro la Russia
    Tags:
    Sanzioni, Geopolitica, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, sanzioni antirusse, Forbes, Donald Trump, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik