14:58 13 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
5102
Seguici su

I mercati azionari asiatici rimangono sotto pressione a seguito della nuova ondata di tensioni geopolitiche nella regione.

L'intransigente retorica di Giappone e Stati Uniti nei confronti di Cina e Corea del Nord e la prospettiva d'introduzione di alcune sanzioni hanno lasciato confusi ma non spaventati gli investitori. Pechino ha reagito diplomaticamente ad un tweet del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che aveva espresso il suo disappunto per la mancanza di assistenza della Cina nel contenere la Corea del Nord, promettendo di non lasciar fare Pechino. I media hanno paventato la possibilità di introduzione di alcune sanzioni economiche contro la Cina per le azioni di Pyongyang.

Il vice ministro del Commercio della Cina Qian Keming ha commentato:

"Crediamo che la questione nucleare della penisola coreana e le relazioni commerciali bilaterali tra Stati Uniti e Cina siano due temi completamente disgiunti, mescolarli è fuori luogo".

Keming ha detto che il suo Paese continuerà a cooperare con la comunità internazionale, compresi gli Stati Uniti sul nucleare nordcoreano e contribuirà alla denuclearizzazione della penisola coreana.

Cina e Stati Uniti sono reciprocamente i più grandi partner commerciali, quasi il 20% delle esportazioni cinesi vengono assorbite dal mercato americano.

Correlati:

Trump disapprova immobilità della Cina davanti a crisi Corea del Nord
Xi Jinping: la Cina deve creare l’esercito più potente della storia del proprio paese
Cina insiste su stop a dislocamento lanciamissili USA in Sud Corea
Segretario di Stato USA accusa Russia e Cina: "responsabili per escalation Nord Corea"
Tags:
Sanzioni, Politica Internazionale, Economia, Borsa&Mercati, Geopolitica, Donald Trump, Qian Keming, Asia, Corea del Nord, Penisola coreana, Cina, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook