17:34 17 Agosto 2017
Roma+ 31°C
Mosca+ 25°C
    Bandiere di Russia e Stati Uniti

    USA, Camera dei Rappresentanti vota sì a nuove sanzioni più pesanti contro la Russia

    © REUTERS/ Maxim Shemetov
    Politica
    URL abbreviato
    341297227

    La Camera dei Rappresentanti ha approvato il disegno di legge che prevede sanzioni contro Iran, Corea del Nord e Russia.

    Per il documento hanno votato sì 419 membri del Congresso, contro 3.

    Il documento passerà ora al Senato per essere approvato, dopodichè per entrare in vigore dovrà essere firmato dal presidente. Il Senato aveva votato a favore di questo disegno di legge già il mese scorso, tuttavia è stato necessario apportare alcune modifiche.

    Le nuove sanzioni sono le più grandi e strutturali dall'inizio del 2014, quando a seguito degli eventi in Crimea e in Ucraina orientale e successivamente per il cosiddetto "intervento russo" nelle elezioni negli Stati Uniti sono entrate in vigore diverse misure punitive nei confronti di persone e società russe.

    Negativamente ai piani degli Stati Uniti ha reagito l'Unione Europea, dal momento che tra le disposizioni del documento sono previste misure afflittive nei confronti di progetti energetici russi, anche in Europa. Anche le società americane sono contrarie a queste sanzioni, dato che colpiscono duramente anche i loro interessi.

    Correlati:

    Il voto sulle nuove sanzioni antirusse alla Camera dei Rappresentanti USA. VIDEO
    Americani d'origine russa chiedono a Trump di fermare la crociata contro la Russia
    Financial Times rivela reazione UE alle nuove sanzioni USA contro la Russia
    Esperto: da Trump dipendono i rapporti UE e USA sulle sanzioni contro la Russia
    Forbes: Gazprom accelera lavori su “Turkish Stream” temendo le nuove sanzioni USA
    Tags:
    Politica Internazionale, Gas russo, Energia, Economia, Economia della Russia, sanzioni antirusse, Unione Europea, Congresso USA, Camera dei rappresentanti, UE, Iran, Corea del Nord, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik