Widgets Magazine
11:30 20 Ottobre 2019
Soldati israeliani sulle Alture del Golan al confine con la Siria

Israele contro coinvolgimento dell'Iran nel processo di de-escalation in Siria meridionale

© REUTERS / Baz Ratner
Politica
URL abbreviato
716
Seguici su

Sulla questione della de-escalation nelle province meridionali della Siria Israele si oppone alla presenza delle forze filo-iraniane in prossimità dei propri confini, ha dichiarato in un'intervista con RIA Novosti il rappresentante dell'esercito israeliano per le relazioni con i media arabi Avichay Adraee.

"La posizione dell'esercito israeliano sul cessate il fuoco nel sud della Siria riflette la la posizione politica del governo israeliano… Rifiutiamo qualsiasi tipo di presenza iraniana al confine con Israele, lavoreremo su questo tema conformemente alle decisioni prese dalla leadership politica," — ha detto Adraee.

Il portavoce dell'esercito israeliano ha aggiunto che relativamente alla crisi siriana Tel Aviv è fedele al principio della non interferenza e non appoggia alcuno schieramento.

Tuttavia, si riserva il diritto di agire in caso di tentativi per oltrepassare le "linee rosse" fissate da Israele in relazione alla propria sicurezza nazionale, come i tentativi di trasportare armi e sistemi di combattimento avanzati per Hezbollah.

"Abbiamo dato l'ordine di agire in questi casi," — ha chiarito Adraee.

Correlati:

Fuorionda di Netanyahu: "pazza Europa, Israele merita rispetto, rischiate di scomparire"
Politico siriano d'opposizione accusa Israele di sostenere i terroristi
Israele dice no all'accordo Russia-USA sulla tregua in Siria
Israele spera che Russia e Usa non coinvolgano l’Iran nella tregua in Siria
Media: Israele vuole che gli USA controllino zona di de-escalation in Siria
Hezbollah ed esercito siriano strappano ai jihadisti alture al confine libanese
Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, Tregua in Siria, crisi in Siria, Hezbollah, Avichay Adraee, Medio Oriente, Israele, Iran, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik