18:21 17 Novembre 2017
Roma+ 17°C
Mosca+ 1°C
    Vladimir Putin e Bashar Assad al Cremlino (foto d'archivio)

    “Vincendo in Siria la Russia di Putin lancia una sfida a NATO e USA”

    © Sputnik. Alexei Druzhinin
    Politica
    URL abbreviato
    152717353

    "Il supporto della Russia al governo siriano nella sua guerra contro i jihadisti e gli altri ribelli ha ridato a Mosca la presenza militare nel Mediterraneo: può essere una sfida seria per il suo storico nemico - la NATO," - scrive Tom O'Connor nella rivista americana Newsweek.

    Secondo il giornalista, l'Istituto per lo Studio della Guerra (Insitute for the Study of War), un centro analitico a Washington che tiene traccia dei conflitti globali, ha pubblicato la scorsa settimana un rapporto che lega gli impegni della Russia nei confronti del presidente siriano Bashar Assad e delle sue forze militari con il desiderio di Mosca di rafforzare la sua influenza sull'Alleanza Atlantica guidata dagli Stati Uniti, che domina la maggior parte dell'Europa.

    "Venendo in aiuto di un vecchio alleato in Medio Oriente, la Russia potrebbe ottenere un nuovo sbocco strategico nel teatro europeo ferocemente conteso", — si afferma nell'articolo.

    "Il presidente russo Vladimir Putin sta fissando una presenza militare di lungo termine nel Mediterraneo, in parte per sfidare la capacità degli Stati Uniti di operare liberamente e per mettere in pericolo il fianco meridionale della NATO", — il giornalista cita una conclusione del rapporto scritto dagli analisti Charles Frattini III e Genevieve Casagrande.

    "Mentre la competizione tra Russia e NATO si manifesta nel Mar Baltico e in altre parti d'Europa, quest'ultima può essere colta di sorpresa dall'espansione della sfera di influenza russa, che ricorda l'eredità sovietica", — si afferma nell'articolo.

    "Putin ha già gettato le basi per la creazione di condizioni strategiche in Paesi come Libia, Egitto, Yemen, — ha dichiarato Genevieve Casagrande in un'intervista alla rivista. — Quello che la Russia sta facendo molto bene in Medio Oriente, in qualche modo le darà benefici ed opportunità in termini di prospettiva di lungo termine."

    Correlati:

    Netanyahu svela accordi con Putin su Siria e descrive politica di Israele in Medio Oriente
    “USA e UE devono fare i conti con la Russia dopo i successi di Putin in Medio Oriente”
    Putin: unire lotta contro il Daesh e sforzi per risoluzione delle crisi in Medio Oriente
    “Putin contribuisce a sbloccare la difficile situazione in Medio Oriente”
    Putin risponde a segretario di Stato USA sul futuro di Assad
    Libia, Sarraj: promuovere cooperazione tra Occidente e Russia per risolvere la crisi
    Tags:
    Geopolitica, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, crisi in Siria, Newsweek, NATO, Bashar al-Assad, Vladimir Putin, Siria, Europa, Mediterraneo, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik