16:12 19 Ottobre 2018
Incontro tra Donald Trump e Vladimir Putin al vertice del G20 di Amburgo

A Mosca si valutano con soddisfazione i risultati del G20 di Amburgo

© REUTERS / Carlos Barria
Politica
URL abbreviato
293

In un'intervista con RT il presidente della commissione Esteri del Consiglio della Federazione Konstantin Kosachev ha valutato i risultati dell'ultimo vertice del G20. Secondo il politico, questa volta il dialogo tra i Paesi è stato più costruttivo rispetto agli anni precedenti.

"Questa volta tra i partecipanti del vertice c'erano meno personaggi predisposti al confronto. A mio avviso c'è stata la comprensione comune che viviamo tutti sullo stesso pianeta ed occorre concentrarsi non sulle differenze, ma su ciò che ci unisce. In questo senso, è sembrato un summit del G20 più costruttivo e in virtù di questo più propositivo rispetto a quelli precedenti."

Kosachev ha sottolineato che il formato del G20 ha un vantaggio significativo rispetto alle riunioni del G7.

"Il G20 priva i noti rappresentanti occidentali del G7 dell'illusione di essere portatori di verità assolute e della loro visione unica di come il mondo dovrebbe essere. Il G20 fa evaporare questa illusione e penso che metta le cose in ordine nelle menti di molti protagonisti sulla scena internazionale. Pertanto sono soddisfatto del modo in cui si è mostrato nel contesto di discussioni e accordi multilaterali e nel contesto di incontri bilaterali", — ha concluso Kosachev.

All'inizio del vertice del G20 di Amburgo c'è stato il primo incontro di persona tra il presidente russo Vladimir Putin e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Correlati:

Putin risponde a segretario di Stato USA sul futuro di Assad
Russia giudica positivamente le forniture di gas americano in Europa
Putin: coincidono gli interessi di russi e ucraini
La conferenza stampa di Vladimir Putin al G20
Tags:
Occidente, Cooperazione, Dialogo, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Vertice G20 ad Amburgo (2017), G7, G20, Konstantin Kosachev, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik