19:41 15 Agosto 2020
Politica
URL abbreviato
403
Seguici su

L'Egitto ha invitato il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e le commissioni competenti dell'ONU a rispondere alle violazioni di alcuni Paesi, come il Qatar, che secondo il Cairo aggirerebbero l'embargo sulle forniture di armi ai gruppi terroristici in Libia, segnala l'agenzia Mena.

"E' essenziale che il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e le commissioni competenti documentino per iscritto le ripetute violazioni delle sanzioni contro la Libia da alcuni Stati, in particolare il Qatar," — ha dichiarato il vice ministro degli Esteri egiziano intervenendo ad una sessione speciale delle Nazioni Unite dedicata alla lotta contro il terrorismo in Libia.

Secondo il diplomatico, il discorso riguarda la fornitura di armi e il finanziamento dei gruppi terroristici che operano nel territorio libico.

Secondo il Cairo, è necessaria una reazione di fronte a queste violazioni.

Secondo il diplomatico egiziano, la Libia è diventata il rifugio per i terroristi, creando così minacce concrete per gli Stati confinanti.

"L'Egitto è continuamente esposto ad attacchi terroristici che partono dalla Libia," — ha dichiarato il vice ministro.

In particolare ha ricordato gli attacchi contro i copti nel sud del Paese avvenuti a maggio, così come il tentativo di 12 veicoli con armi ed esplosivi di entrare in territorio egiziano dalla Libia all'inizio di questa settimana.

Allo stesso tempo il diplomatico egiziano ha esortato le Nazioni Unite a cancellare le sanzioni contro l'esercito nazionale libico per rafforzare le sue capacità di combattimento contro i terroristi.

Correlati:

Continua a crescere la tratta di esseri umani in Libia
Soldati libici trovano manufatti storici in base dell'ISIS vicino Bengasi
Le mail della Clinton rivelano il vero motivo dell’intervento in Libia
Egitto e Libia creano quartier generale per i raid contro i terroristi
Editorialista dell'Huffington Post paragona crisi del Qatar “all'annessione della Crimea”
Erdogan solidarizza col Qatar per il no ai diktat dei Paesi arabi
Tags:
Sanzioni, Terrorismo, Politica Internazionale, Armi, Diplomazia Internazionale, crisi in Libia, Consiglio di Sicurezza ONU, ONU, Qatar, Egitto, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook