01:25 18 Agosto 2017
Roma+ 25°C
Mosca+ 18°C
    OSCE

    Crimea chiede all'OSCE di far ragionare Kiev

    © Foto: OSCE/Curtis Budden
    Politica
    URL abbreviato
    31050124

    La missione di monitoraggio dell'OSCE dovrebbe far "ragionare le autorità di Kiev" a seguito dei loro tentativi per organizzare provocazioni al confine con la Crimea russa, ha dichiarato a RIA Novosti il presidente del comitato del governo della penisola sulle relazioni interetniche Zaur Smirnov.

    In precedenza le autorità dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Lugansk avevano segnalato che le forze di sicurezza ucraine stanno preparando provocazioni contro gli ispettori dell'OSCE al confine con la Crimea.

    "Abbiamo informazioni sulla preparazione di provocazioni contro la missione dell'OSCE al confine russo-ucraino della Crimea. Le consideriamo come la volontà di Kiev di scatenare un conflitto al confine. Invitiamo la missione di monitoraggio a far ragionare le autorità di Kiev," — ha dichiarato Smirnov a RIA Novosti.

    Secondo il politico, è possibile che nell'organizzazione delle provocazioni oltre ai servizi segreti ucraini possano essere coinvolti gli estremisti del battaglione di volontari creato da Lenur Islyamov, uno degli organizzatori del blocco della penisola.

    Correlati:

    Ministero Esteri dell'Ucraina protesta per la visita di Putin in Crimea
    Ue, Cremlino: non siamo d’accordo con estensione sanzioni anti-Crimea
    Il ponte di Kerch, destino della Crimea
    Kiev accusa la Russia di aver cambiato composizione etnica in Crimea
    “Redazioni dei media occidentali vietano ai giornalisti di recarsi in Crimea”
    Il Daily Mail "ha riconosciuto" la Crimea come russa
    Tags:
    Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Estremismo, Confine, OSCE, Zaur Smirnov, Donbass, Repubblica Popolare di Lugansk, Crimea, Russia, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik