Widgets Magazine
19:02 17 Luglio 2019
Esercito turco (foto d'archivio)

Base militare turca in Qatar: terremoto geopolitico nel mondo arabo?

© AFP 2019 / BULENT KILIC
Politica
URL abbreviato
11391

In Medio Oriente si prospettano tempi duri e difficili.

La crisi del Qatar ha stravolto l'equilibrio di forze in Medio Oriente così tanto che di recente solo immaginarlo era impossibile. Questa situazione non è cambiata dagli apparenti sforzi diplomatici compiuti dagli Stati più importanti del mondo e dalle forze regionali. Allo stesso tempo tutti capiscono che le accuse contro il Qatar di sostenere "il terrorismo e l'ideologia estremista" possono essere indirizzate ugualmente agli altri Stati del Golfo Persico, Arabia Saudita compresa. E' possibile, come alcuni esperti sono inclini a concludere che prima o poi la crisi si "risolverà". Altri invece credono che "tutto è molto più complesso" e "la natura della crisi può essere di lungo termine" e interessare non solo il Medio Oriente.

Nella giornata di ieri la gazzetta ufficiale dello Stato turco Resmi Gazete ha annunciato l'entrata in vigore della legge che ratifica l'accordo tra la Turchia e il Qatar per ospitare nel territorio del Paese arabo una base con truppe turche. L'accordo intergovernativo era stato firmato lo scorso 10 novembre ad Ankara.

Il ministro degli Esteri turco Cavusoglu ha dichiarato che l'obiettivo della base militare turca in Qatar è assicurare "la sicurezza di tutta la regione del Golfo Persico."

In questo contesto emergono importanti interrogativi. In primo luogo se davvero le forze militari turche in Qatar possono "garantire la sicurezza di tutta la regione", come dice anche il ministro degli Esteri del Qatar Mohammed bin Abdulrahman Al Thani.

In secondo luogo quale sarà il legame con la base americana in Qatar più grande della regione.

Il direttore del quotidiano filo-governativo turco Yeni Şafak ha espresso la versione, secondo cui l'esercito turco in Qatar dovrebbe impedire un eventuale colpo di stato in questo Paese, perché gli americani dopo Doha "si prenderanno la Turchia".

Se così fosse, si dovrebbe aspettare un'alleanza militare tattica tra la Turchia sunnita e l'Iran sciita nel Golfo Persico, a cui recentemente hanno fatto riferimento i media turchi, commentando la recente visita ad Ankara del ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif.

In futuro ci si può aspettare lo sviluppo più incredibile di eventi, nella misura in cui la Turchia e l'Iran proporranno a Mosca l'avvio del processo di integrazione militare in termini di sicurezza, anche di difesa comune.

Gli Stati Uniti e i suoi alleati tradizionali della regione stanno perdendo il loro spazio di manovra. Il segretario di Stato americano Rex Tillerson ha invitato gli arabi al tavolo dei negoziati per risolvere tutte le loro divergenze. Ma chi lo ascolta oggi? Al contrario Mosca, conservando e portando avanti rapporti buoni con Qatar, Arabia Saudita, molti altri Paesi arabi, Turchia ed Iran può essere flessibile nella sua diplomazia agendo efficacemente in qualità di mediatore nella risoluzione della crisi del Qatar. Per l'alleanza Russia-Turchia-Iran si aprono nuove opportunità nella normalizzazione della crisi siriana.

Ma in generale, scrive il quotidiano turco Hürriyet, "in Medio Oriente potremmo presto attenderci tempi difficili".

Correlati:

Ambasciatore degli Emirati Arabi propone a Washington strumento di pressione su Qatar
Giornale del Kuwait: Qatar ha ritirato forze di pace al confine tra Gibuti ed Eritrea
Usa-Turchia, Trump ed Erdogan discuteranno della crisi diplomatica sul Qatar
Cremlino auspica risoluzione diplomatica nella crisi tra Paesi del Golfo e Qatar
Qatar: “offerta di aiuti alimentari da Russia e Iran”
Erdogan non abbandonerà il Qatar e si appella all’Arabia Saudita per la riconciliazione
Crisi Qatar, Berlino mette in guardia dal rischio di una guerra
“Economia del Qatar può sopportare facilmente l'isolamento”
Russia potrebbe mediare nella crisi tra Qatar e Paesi arabi
Tags:
Difesa, Sicurezza, Politica Internazionale, Geopolitica, Mevlüt Çavuşoğlu, Medio Oriente, Paesi del Golfo, USA, Arabia Saudita, Qatar, Russia, Iran, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik