04:22 16 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
44360
Seguici su

Il senatore statunitense ultraconservatore John McCain si è lasciato andare a giudizi sprezzanti sul presidente Vladimir Putin e sul ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

Il senatore ha bollato il capo della diplomazia russa come "burattino di un bandito e assassino." E' stato riferito da Fox News Sunday.

McCain ha inoltre commentato l'incontro tra Lavrov e il presidente americano Donald Trump che si è svolto lo scorso 10 maggio a Washington.

Ha testualmente dichiarato che "lo scagnozzo e propagandista" di Putin non aveva "nulla da fare nello Studio Ovale".

In precedenza McCain aveva accusato la Russia di ingerenza nelle elezioni presidenziali degli Stati Uniti e di bombardare obiettivi civili in Siria.

Il senatore insiste inoltre sull'introduzione di nuove sanzioni contro la Russia.

In precedenza era stato riferito che a Washington Trump aveva discusso con il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov informazioni classificate relative al gruppo terroristico dello "Stato Islamico" (ISIS). In seguito la Casa Bianca aveva smentito questa notizia.

Correlati:

USA, McCain: Wikileaks è palesemente legato alla Russia
McCain: gli USA devono sottrarre i Balcani dall’influenza negativa della Russia
USA, senatore McCain promette di introdurre nuove sanzioni contro la Russia
McCain: Trump dovrebbe inviare missili anti-carro a Kiev
USA, l'inguaribile russofobia di McCain: “Putin un gangster irrecuperabile”
The Nation: i senatori USA McCain e Graham istigano Kiev a violare gli accordi di Minsk
Tags:
Russofobia, John McCain, Vladimir Putin, Sergej Lavrov, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook