03:53 25 Giugno 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 9°C
    Senatore repubblicano Lindsey Graham

    USA, senatore neocon Graham: “non siamo una nazione unita senza punire la Russia”

    © REUTERS/ Brian Snyder
    Politica
    URL abbreviato
    352458257

    Il senatore repubblicano Lindsey Graham ha parlato della necessità di punire la Russia per la sua "minaccia contro la democrazia americana".

    Lo ha affermato sulla NBC.

    Il senatore è sicuro al "mille per cento" che i servizi segreti russi hanno violato la corrispondenza di John Podesta, direttore dello staff di Hillary Clinton, e i server del Partito Democratico e "hanno seminato caos" negli Stati Uniti.

    "Credo che non potremo restare un Paese unito finchè non puniremo la Russia", — ha detto Graham.

    Ha sottolineato che gli hacker non hanno potuto influenzare l'esito delle elezioni, però a suo parere ci "hanno tentato con insistenza", pertanto queste azioni non possono essere lasciate senza risposta.

    Il senatore ha riferito di aver preparato un nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia "bipartisan" ed ora intende presentarlo al presidente.

    Ad ottobre il Dipartimento della Sicurezza Nazionale e i vertici della National Intelligence avevano sostenuto il coinvolgimento di Mosca negli attacchi degli hacker contro le istituzioni politiche americane. Successivamente attraverso i media la CIA ha accusato la Russia di aver violato i server del Partito Democratico per aiutare Donald Trump a vincere le elezioni presidenziali.

    Trump ha definito queste accuse inverosimili ed ha notato che i suoi avversari politici, i rappresentanti del Partito Democratico, stanno cercando in questo modo di mettere in discussione i risultati delle elezioni e assolversi dalle responsabilità per la sconfitta elettorale.

    A Mosca sono state smentite le accuse di ingerenza e di attacchi hacker: sono state definite infondate. Nessuna prova oggettiva sul coinvolgimento diretto della Russia è stata presentata.

    Correlati:

    Peskov definisce diffamante affermazione di ingerenza in politica interna USA
    Per Fox News “gli americani non credono all'ingerenza russa nelle elezioni”
    Per la Duma “odiose insinuazioni” le accuse USA su ingerenza russa nelle presidenziali
    Ex direttore CIA smonta dossier su cyber attacchi russi: “c'è di tutto eccetto le prove”
    CNN: per la Russia solo delusioni dai primi 100 giorni di amministrazione Trump
    Steven Cohen: “media americani spingono Trump verso il conflitto con la Russia”
    Putin: Russia non c'entra nulla con i cyberattacchi nel mondo
    Tags:
    Russofobia, sanzioni antirusse, Presidenziali USA 2016, Senato degli USA, Lindsey Graham, Donald Trump, Hillary Clinton, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik