20:40 15 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
271
Seguici su

Le autorità ungheresi hanno intenzione di battersi per annullare il provvedimento di Bruxelles sulle quote migratorie obbligatorie presso la Corte di Giustizia europea.

Come dichiarato dal ministro della Giustizia ungherese László Trócsányi in un'intervista a Die Presse, il processo avrà inizio il 10 maggio.

"Abbiamo preparato un esposto di 10 punti sul perché consideriamo questo provvedimento illegittimo," — ha detto Trócsányi.

Il ministro ha detto che l'attuale meccanismo prevede solo due categorie di Paesi: una che può inviare i profughi, un'altra obbligata ad accogliere i migranti. Allo stesso tempo non c'è alcun riferimento per i Paesi che non i migranti, avendo già sul proprio territorio un numero elevato di immigrati.

Correlati:

Ungheria, la battaglia di Orban: fermare Bruxelles e Soros
Ungheria, Orban: “politica migratoria della UE è un cavallo di Troia del terrorismo”
Ungheria: seconda recinzione per i migranti al confine con la Serbia
Ungheria dichiara guerra alla fondazione di Soros: “attività antidemocratiche”
Ungheria, Orban: il risultato del referendum è stato eccezionale
Tags:
Politica Internazionale, profughi, Migranti, Immigrazione, Corte di Giustizia dell'Unione Europea, Unione Europea, László Trócsányi, UE, Ungheria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook