08:17 14 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
25581
Seguici su

L'aggressione americana contro la Siria favorisce solo il terrorismo, ha dichiarato il vice rappresentante permanente della Russia all'ONU Vladimir Safronkov durante una riunione del Consiglio di Sicurezza.

"L'aggressione degli Stati Uniti contro la Siria favorisce solo il terrorismo. Sono stati colpiti un'infrastruttura delle forze armate siriane ed i suoi aerei da combattimento, ovvero è stato un attacco contro quelli che in tutti questi anni conducono una lotta senza tregua contro i terroristi",

— ha dichiarato il diplomatico russo in una riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Ha sottolineato che dopo il bombardamento missilistico contro la Siria gli appelli per promuovere la soluzione politica del conflitto suonano ipocriti.

"In questa direzione ad Astana e Ginevra di recente ci sono stati sviluppi positivi evidenti. Quali obiettivi avevate in mente quando avete fatto saltare questo processo, tra l'altro non di vostro merito?" — Safronkov ha posto la domanda rivolgendosi al rappresentante statunitense.

Allo stesso tempo secondo il diplomatico Mosca ha ripetutamente segnalato la propria disponibilità alla cooperazione con Washington sulla Siria, tuttavia gli Stati Uniti hanno deciso di prendere la direzione opposta.

"Ma quando avete fatto a modo vostro, tutto è degenerato in una tragedia più grave per i Paesi ed i loro popoli. Pensate alle conseguenze. Ricordatevi quello che avete già fatto in Medio Oriente. Riflettete: i vostri passi hanno un'influenza drammatica sul processo politico," — ha concluso Safronkov.

Safronkov ha inoltre criticato il lavoro dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche in Siria.

Secondo lui, la missione non agisce in buona fede, "preferendo concentrarsi sui comunicati dell'opposizione armata, sulle notizie del web, sui post dei social network e sulle segnalazioni di organizzazioni non governative di dubbia reputazione".

"E volete che fossimo d'accordo con questi dati? Non valgono un fico secco", — ha concluso il diplomatico.

Ha ricordato che l'Occidente "non è nemmeno interessato ad un'indagine imparziale e indipendente di organi competenti su ciò che è realmente accaduto."

"Dirò di più: avete paura. Che cosa succederebbe se i risultati confutassero il vostro paradigma?" — ha aggiunto l'ambasciatore.

Safronkov ha sottolineato che Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna sono ossessionati dal rovesciamento del presidente siriano Bashar Assad.

Ha inoltre descritto il comportamento del rappresentante britannico all'ONU Matthew Rycroft "dispettoso e poco diplomatico", invitandolo a piantarla di "tenere un comportamento di basso livello e fare ragionamenti poco professionali."

La riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite di venerdì sera era dedicata al raid missilistico statunitense nella provincia di Homs contro una base dell'Aviazione siriana.

Correlati:

Siria, Shaaban: attacco USA è aggressione contro il popolo siriano
Attacco USA in Siria, Medvedev: Trump asservito all’establishment di Washington
Mogherini: UE continua a essere contraria a risoluzione militare del conflitto in Siria
Francia esorta la Russia a negoziare dopo il raid americano contro base militare siriana
Attacco alla Siria, comanda davvero Trump negli USA?
"Raid USA coinciso con offensiva dell'ISIS contro esercito siriano"
Russia sospende memorandum di cooperazione sulla Siria con gli USA
Reazione di Putin al raid americano in Siria: “aggressione contro Stato sovrano”
Tags:
Terrorismo, Geopolitica, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Occidente, Armi chimiche, crisi in Siria, Esercito della Siria, Consiglio di Sicurezza ONU, Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche - OPAC, Vladimir Safronkov, Bashar al-Assad, Siria, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook