09:07 17 Dicembre 2017
Roma+ 3°C
Mosca+ 8°C
    Hillary Clinton

    Hillary Clinton plaude decisione di Trump: "distruggere forze aeree di Assad"

    © AP Photo/ Andrew Harnik
    Politica
    URL abbreviato
    34240

    L'ex segretario di Stato ed ex rivale di Donald Trump nelle ultime elezioni presidenziali Hillary Clinton ritiene che il conflitto in Siria possa essere risolto mediante la completa distruzione di tutte le forze aeree del presidente siriano Bashar Assad.

    "Assad ha l'Aviazione e le sue forze aeree sono motivo della morte di molti civili, come abbiamo visto in questi ultimi anni e giorni… Credo veramente che l'Aviazione debba essere neutralizzata per scongiurare che in futuro vengano bombardate persone innocenti e scagliate bombe con il sarin,"

    — ha dichiarato la Clinton intervenendo al vertice "Donne del mondo" di New York.

    Allo stesso tempo nel Senato americano qualcuno ha criticato la decisione del presidente Donald Trump: per il senatore indipendente Ron Paul il presidente avrebbe dovuto ottenere il via libera del Congresso per compiere il raid in Siria.

    "Il presidente deve ottenere l'autorizzazione del Congresso per le operazioni militari," — ha twittato il senatore. Secondo Paul, "nonostante condanniamo le violenze in Siria, gli Stati Uniti non si astengono da esse."

    La coalizione occidentale e l'opposizione armata anti-Assad da essa sostenuta avevano denunciato 80 vittime e 200 feriti nella città di Khan Shaykhun della provincia di Idlib. Per l'opposizione i responsabili dell'attacco sono le forze governative. Il comando dell'esercito siriano ha categoricamente respinto le accuse, accusando i ribelli e i loro sostenitori.

    Il ministero della Difesa russo ha riferito che durante un raid siriano alla periferia di Khan Shaykhun nella provincia di Idlib è stato colpito un deposito di armi chimiche arrivate consegnate agli islamisti dall'Iraq.

    Le Nazioni Unite e l'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche stanno indagando l'accaduto, ma finora non hanno reso pubblica alcuna conclusione sui possibili responsabili dell'attacco.

    Correlati:

    Reazione di Putin al raid americano in Siria: “aggressione contro Stato sovrano”
    Attacco Usa in Siria: Tillerson: nessun contatto con Mosca né prima né dopo
    Raid USA contro esercito siriano, Pentagono dichiara di aver avvertito la Russia
    Attacco USA contro base dell'esercito siriano
    Tags:
    Geopolitica, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, crisi in Siria, Esercito della Siria, Senato degli USA, Donald Trump, Hillary Clinton, Bashar al-Assad, Siria, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik