08:18 27 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
10193
Seguici su

La Russia è pronta ad esercitare il diritto di veto sulla risoluzione sulla Siria, presentata al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite dai Paesi occidentali, se ci saranno pressioni e forzature per votare subito senza consultazioni. Lo ha affermato il vice ministro degli Esteri russo Gennady Gatilov.

Secondo il diplomatico russo, i partner occidentali intenzionalmente cercano di accelerare la votazione per approvare la risoluzione al più presto possibile.

"Ma nel Consiglio di sicurezza, queste cose non vanno fatte in fretta. Senza consultazioni naturalmente potrebbero metterla ai voti, ma ovviamente incontreranno il nostro veto di principio", ritiene Gatilov.

Ha sottolineato che la Russia nelle consultazioni sulla risoluzione del Consiglio di Sicurezza sull'attacco chimico in Siria insiste sull'invio di una missione di osservatori equilibrata per avere una valutazione obiettiva di quanto accaduto.

In precedenza il vice rappresentante russo alle Nazioni Unite Vladimir Safronkov aveva definito l'attacco chimico di Khan Shaykhun parte della campagna contro Damasco durante una seduta del Consiglio di Sicurezza dell'ONU.

Martedì 4 aprile la coalizione occidentale anti-ISIS e l'opposizione anti-Assad sostenuta dall'Occidente avevano annunciato la morte di 80 persone in un attacco con armi chimiche nella città di Khan Shaykhun. Per l'opposizione armata siriana dietro l'attacco ci sono le forze governative.

A sua volta il comando dell'esercito siriano ha respinto le accuse accusando i ribelli islamisti.

Correlati:

Attacco chimico ad Idlib: indagine appena iniziata ma Occidente ha già trovato i colpevoli
Esperto: USA inattendibili su progetto di risoluzione ONU su armi chimiche
Idlib, proposta di risoluzione Usa, Francia e Regno Unito a Consiglio di Sicurezza Onu
La Siria teme di fare la fine dell'Iraq e dice no a commissioni d'inchiesta indipendenti
Siria, Mogherini: colloqui Astana importanti e ancora più urgenti dopo fatti Idlib
Tags:
Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Occidente, veto, Armi chimiche, crisi in Siria, Consiglio di Sicurezza ONU, Il Ministero degli Esteri della Russia, Vladimir Safronkov, Gennady Gatilov, Bashar al-Assad, Gran Bretagna, Siria, Francia, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook