11:28 24 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
123
Seguici su

Secondo l'analista politico russo Nikolay Kaveshnikov, se verrà trovato un compromesso che tenga conto degli interessi di Edimburgo, il Parlamento scozzese ritirerà la mozione sul nuovo referendum o approverà un documento in cui si afferma che "si è riusciti a difendere gli interessi scozzesi".

La Scozia sfrutterà il "fattore referendum" per negoziare con Londra la Brexit e le sue condizioni da una posizione di forza, ritiene il direttore del Dipartimento di Integrazione dei Processi dell'Università di Mosca Nikolay (MGIMO) Kaveshnikov.

Come previsto, il Parlamento scozzese ha sostenuto l'idea del primo ministro Nicola Sturgeon per indire un nuovo referendum sull'indipendenza dal Regno Unito.

"Al momento per il Partito Nazionale Scozzese l'indipendenza non è una questione così fondamentale, piuttosto ambisce a condizioni favorevoli per i rapporti tra la Scozia e l'Unione Europea dopo la Brexit", — l'esperto ha dichiarato a Sputnik.

Secondo Kaveshnikov, "pertanto il "fattore referendum" sarà principalmente utilizzato da Edimburgo per negoziare con Londra esattamente come la Scozia prenderà parte ai negoziati sulla Brexit e proprio come verranno presi in considerazione gli interessi della Scozia."

Correlati:

Brexit, Scozia: sì a nuovo referendum per indipendenza da Londra tra 2018 e 2019
Brexit, Scozia: entro primavera 2019 referendum su indipendenza dal Regno Unito
Londra trasferirà intera flotta di sottomarini con armi nucleari in Scozia
Scozia insiste sull'indipendenza da Londra: in autunno 2018 referendum bis
La Scozia svelerà il piano per restare nella UE dopo la Brexit
Tags:
politica interna, Indipendenza, referendum, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Brexit, Unione Europea, Nicola Sturgeon, Theresa May, Scozia, Gran Bretagna, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook