12:15 21 Giugno 2018
Pavlo Klimkin, ministro degli Esteri dell'Ucraina

Capo diplomazia Kiev si lamenta degli alleati: “non pronti a combattere per l'Ucraina”

© REUTERS / Yves Herman
Politica
URL abbreviato
21320

Il ministro degli Esteri dell'Ucraina Pavlo Klimkin ha affermato in un'intervista al portale LIGA.net che gli alleati e vicini del suo Paese non combatteranno per Kiev.

Rispondendo alla domanda del giornalista sul perché l'Ucraina non possa rivolgersi ai propri vicini e alleati con la richiesta di un sostegno militare diretto contro "l'aggressione russa", Klimkin ha detto che ora gli alleati più vicini di Kiev non combatteranno nel territorio ucraino. Secondo il diplomatico, la situazione sviluppatasi è colpevole di questa scelta degli alleati. "Non dico però che la situazione potrebbe cambiare domani o i giorni a venire," — ha detto.

Secondo Klimkin, per i Paesi confinanti prima l'Ucraina era uno Stato importante "solo come barriera", ma ora capiscono che la partnership con Kiev per molti di loro è di vitale importanza.

"L'Ucraina va verso il formato in cui il nostro Paese diventa un elemento della logica del fianco orientale della NATO," — ha anche detto il ministro degli Esteri del paese. Secondo lui, "è ormai inevitabile."

Correlati:

Diplomazia all’ucraina: FP racconta come Kiev cerca di approcciarsi a Trump
Capo diplomazia ucraina chiede armi letali a NATO e USA: “ne abbiamo bisogno”
Capo diplomazia ucraina in difficoltà sulle domande scomode di Deutsche Welle
Diplomazia russa auspica nella guarigione dell'Ucraina dal “virus arancione”
Diplomazia russa vede in Europa cambiamenti graduali riguardo l'Ucraina
Ucraina chiede a Usa riconoscimento status partner non Nato
Tags:
Russofobia, Geopolitica, Politica Internazionale, Occidente, Guerra, NATO, Pavlo Klimkin, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik