12:16 21 Agosto 2017
Roma+ 29°C
Mosca+ 28°C
    Maria Zakharova

    Mosca commenta i piani USA per inviare i marines in Siria con paragone tra Obama e Trump

    © Sputnik. Vitaly Belousov
    Politica
    URL abbreviato
    122117202

    Durante la tradizionale conferenza stampa di fine settimana, la rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha commentato la notizia secondo cui gli Stati Uniti intendono schierare in Siria i marines e l'artiglieria.

    "Così era la precedente amministrazione. In 8 anni non hanno avuto una strategia lineare. Bombardiamo, non bombardiamo, sbarchiamo, non sbarchiamo. Proprio non c'era una posizione e una politica che avrebbe dovuto capire la comunità internazionale. Gli ultimi 6 mesi dell'amministrazione Obama sono stati solo un'agonia della politica siriana di Washington",

    — ha risposto la Zakharova alla domanda di RT se questi piani della Casa Bianca non sembrano ripetere le promesse della precedente amministrazione americana.

    Allo stesso tempo ha notato che la Russia è pronta a cooperare con gli Stati Uniti, anche in relazione alla normalizzazione della crisi siriana.

    In precedenza era stato riferito che in preparazione dell'operazione per liberare dall'ISIS Raqqa, sarebbero stati inviati in Siria diverse centinaia di marines, forze speciali di ricognizione e sabotaggio e unità di artiglieria.

    Correlati:

    Pentagono si rifiuta di commentare l'invio di marines in Siria “per ragioni di sicurezza”
    Times: i militari russi e americani hanno trovato un linguaggio comune in Siria
    Telefonata tra Trump ed emiro del Qatar sulla Siria dopo apertura di Assad a Washington
    L’offerta di Trump a Mosca: spartiamoci la Siria
    Washington Post segnala piano Pentagono per rafforzare presenza militare USA in Siria
    Tags:
    Politica Internazionale, Terrorismo, crisi in Siria, Daesh, Marines USA, esercito USA, Casa Bianca, Il Ministero degli Esteri della Russia, Maria Zakharova, Barack Obama, Donald Trump, USA, Russia, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik