Widgets Magazine
02:40 17 Settembre 2019
Bashar al Jaafari, rappresentante del governo siriano ai negoziati di Ginevra

Damasco vuole dialogo con un'opposizione libera da legami con Stati stranieri

© REUTERS / Pierre Albouy
Politica
URL abbreviato
3110
Seguici su

Damasco vuole avere come controparte nei negoziati tra le parti siriane un'opposizione unificata che rappresenti gli interessi della Siria e non degli Stati stranieri, ha dichiarato nella conferenza stampa di oggi il capo della delegazione del governo siriano Bashar al-Jaafari.

"L'errore di de Mistura è non aver unito l'opposizione in un'unica delegazione. E' importante avere il dialogo con una controparte nazionale, non con chi rappresenta gli interessi di Qatar, Arabia, Francia o Turchia," — ha detto al-Jaafari.

Ha aggiunto che il gruppo d'opposizione sostenuto da Riyadh continua "a fare spettacolo" nei loro discorsi e mostra "immaturità politica".

Nell'ultimo round di negoziati a Ginevra tra le parti siriane è stato raggiunto l'accordo su un'agenda di quattro punti, ha dichiarato Bashar al-Jaafari.

"Il principale risultato che abbiamo raggiunto in questo round è stata l'intesa su un'agenda di quattro punti: il governo, la Costituzione, le elezioni e la lotta contro il terrorismo" — ha detto al-Jaafari.

Il rappresentante di Damasco ha osservato che il gruppo filo-saudita continua a sabotare l'ultimo punto.  

Correlati:

Media: l’accordo tra Washington e Mosca sulla lotta al terrorismo potrebbe slittare
Siria, Mosca sostiene partecipazione dell’opposizione e dei curdi ai negoziati di Ginevra
Siria, Russia: Pronti a facilitare il dialogo tra Damasco e gli Stati Uniti
Turchia, Erdogan: Pronti a combattere Isis in Siria con la Russia, se Mosca lo chiederà
Crisi Siria, per la Francia “la sorte di Assad non è una priorità”
Tags:
Politica Internazionale, Opposizione siriana, Negoziati di Ginevra, negoziati intrasiriani, crisi in Siria, Bashar Jaafari, Siria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik