09:08 25 Febbraio 2021
Politica
URL abbreviato
328
Seguici su

I premier dei Paesi del gruppo di Visegrad (Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria) hanno adottato una dichiarazione comune sul futuro dell'UE che verrà esposta al vertice europeo di Roma, ha dichiarato in una conferenza stampa a Varsavia a margine di un vertice il primo ministro polacco Beata Szydlo.

"Abbiamo adottato una dichiarazione congiunta sul futuro dell'Europa, che sarà esposta insieme come Gruppo di Visegrad al vertice europeo di Roma. A questo proposito sottolineiamo la necessità di riformare la UE per cambiamenti negativi all'interno della comunità e per fattori esterni. La chiave è il rispetto dell'unità europea. Non siamo d'accordo sulla frammentazione della UE e mai lo saremo, in quanto è una strada che porta all'indebolimento dell'unione", — ha osservato la Szydlo.

Nella dichiarazione, secondo la premier polacca, si rileva inoltre la necessità di resistere al protezionismo nel mercato del lavoro. E' importante che le riforme della UE soddisfino gli interessi di tutti i Paesi, occorre intervenire sulla sicurezza e sulla protezione delle frontiere, ha spiegato la Szydlo.

Correlati:

“Dalla Commissione Europea 5 scenari per lo sviluppo futuro della UE”
Varsavia si aspetta il ritorno in patria di "almeno" 200mila polacchi dopo la Brexit
Europa dell'Est in stato di shock e panico dopo la Brexit
Tags:
Sicurezza, Politica Internazionale, Unione Europea, Beata Szydlo, Europa orientale, UE, Polonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook