17:56 16 Dicembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 5°C
    Isole Curili

    Media: preparazione del piano di attività congiunte da parte del Giappone su Curili

    © Sputnik. Sergey Krasnouhov
    Politica
    URL abbreviato
    672

    Il governo giapponese si prepara a proporre alla Russia un piano dettagliato delle attività economiche congiunte, in particolare, nell’ambito medico, della pesca, dell’ecologia e del turismo nelle isole Curili del sud, senza toccare il problema della pretesa territoriale delle isole da parte del Giappone scrive domenica il quotidiano “Nikkei”.

    Secondo i dati della testata, per il prossimo 18 marzo a Tokyo ci saranno i negoziati per le possibilità di attività economiche congiunte sulle isole Curili del sud. In particolare il governo giapponese propone l'idea dell'assistenza sanitaria dai medici professionisti di Hokkaido ai residenti delle isole Curili meridionali isole con accesso remoto, anche via internet. Allo stesso modo si prevede di fornire consulenza ai medici locali nelle isole Curili.

    In particolare le compagnie russe e giapponesi, secondo Tokyo, potrebbero organizzare delle crociere marittime per i turisti giapponesi su alcune delle isole Curili del sud. Tuttavia per non affrontare il problema dell'appartenenza delle isole i turisti non potranno sbarcare su di esse.

    Secondo le autorità giapponesi, gli ecologi dei due paesi dovrebbero lavorare sulla conservazione di questa regione e la salvaguardia dell'ambiente circostante.

    Si segnala inoltre che nella zona di pesca delle isole il Giappone proporrà alla Russia una joint venture per la lavorazione del pesce e la produzione di frutti di mare.

    L'accordo di sviluppo dell'attività economica congiunta per le Curili del sud è stato raggiunto ai negoziati del 15 e 16 dicembre 2016 in Giappone tra il presidente della Russia Vladimir Putin e il Premier giapponese Shinzo Abe. Come ricorda il giornale, a questo proposito, il 18 marzo a Tokyo si prevedono delle discussioni tra i due paesi per delle proposte concrete in questo ambito.

    Il Giappone rivendica le isole Curili del Sud: Iturup, Kunashir, Shikotan e l'arcipelago Habomai. Il trasferimento di queste isole al Giappone è posto dalle condizioni del trattato di pace della fine della seconda guerra mondiale con la Russia. Il quale ad oggi non è stato ancora firmato. La posizione di Mosca è che le isole Curili del sud hanno fatto parte dell'Unione Sovietica dopo la Seconda Guerra Mondiale e la sovranità russa su di esse ha una corrispondente formalizzazione giuridica internazionale.

    Correlati:

    Isole Curili, Novikov: fanno parte della Russia e Mosca ci fa quel che vuole
    Giappone protesta contro la Russia che battezza cinque isole Curili
    Russia, firmato ordine per dare un nome alle isole dell’arcipelago Curili
    Diplomazia russa rivela le proposte al Giappone per lo sviluppo comune delle Curili
    Tags:
    Diplomazia Internazionale, Economia, Cooperazione economica, Economia, Isole Curili, governo, Shinzo Abe, Vladimir Putin, Isole Curili
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik