05:57 21 Ottobre 2018
Bandiere dell'Unione Europea a Bruxelles

Die Presse rivela quali Paesi possono seppellire la UE

© REUTERS / Francois Lenoir
Politica
URL abbreviato
939

L'Unione Europea ha bisogno di cambiamenti strutturali e radicali, dal momento che l'unità europea è minacciata dalla crescita di popolarità dei movimenti nazional-populisti, così come dalle ambizioni di alcuni Paesi membri, scrive il giornale austriaco Die Presse.

La squadra di governo a Bruxelles non è pronta a realizzare le riforme, tutte i problemi sono affrontati dalla "vecchia guardia" e la generazione più giovane non ha voce in capitolo, osserva l'autore dell'articolo.

Tuttavia, nonostante la validità delle critiche nei riguardi della "leadership imbalsamata della UE," il vero problema è un altro: bisogna guardare negli Stati membri della UE.

Secondo l'articolo, l'unità europea è minacciata in particolare da Ungheria e Polonia.

"Se Viktor Orbán afferma che il suo Paese è sotto attacco da parte dell'Unione Europea e la Polonia costantemente ignora consapevolmente le critiche di Bruxelles, sono loro i veri becchini dell'idea europea", — scrive nell'articolo il giornalista Gerhard Bitzan.

Secondo Die Presse, questi problemi possono essere risolti da cambiamenti strutturali, dividendo l'Unione Europea. Bitzan propone di creare un'Europa con "due diversi tassi di sviluppo": un gruppo è formato da Paesi fedeli all'unità europea, l'altro da Stati che non vogliono collaborare. Il secondo gruppo può restare nell'Unione Europea, ma con meno diritti e responsabilità.

Secondo l'autore, questo piano creerà una nuova Unione Europea. L'idea può sembrare irrealizzabile, ma l'alternativa può essere tragica.

Correlati:

Tagesspiegel: solo la Germania può salvare l'Europa da Putin e Trump
Soros sicuro, crollo UE irreversibile dopo la Brexit
In Gran Bretagna aspettano il crollo della UE entro il 2031
Lavrov: la Russia non è interessata alla disgregazione della UE
Ambasciatore USA nella UE sicuro, “Trump sostiene disgregazione dell'Europa”
Tags:
Riforme, Politica Internazionale, euroscetticismo, Die Presse, Unione Europea, Europa orientale, Ungheria, Polonia, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik