09:52 27 Febbraio 2017
    Bandiera russa a Sebastopoli, Crimea

    Cremlino: “restituzione della Crimea a Kiev non verrà mai discussa, nemmeno con USA”

    © Sputnik. Evgeny Biyatov
    Politica
    URL abbreviato
    351642522

    La Russia non discuterà mai con nessuno il tema della restituzione della Crimea all'Ucraina, nemmeno con gli Stati Uniti.

    Lo ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, rispondendo alla domanda su come possano influenzare le relazioni tra Mosca e Washington le dichiarazioni dell'addetto stampa della Casa Bianca, secondo cui il presidente degli Stati Uniti Donald Trump "ha messo in chiaro che si aspetta la restituzione della Crimea in Ucraina."

    "Per quanto riguarda la restituzione della Crimea, è un argomento che non verrà discusso, perché non può essere discusso. La Russia non discute le questioni relative sui propri territori con i partner stranieri ", — ha detto.

    Inoltre il portavoce della Casa Bianca Sean Spicer aveva affermato che l'attuale strategia degli Stati Uniti in materia di sanzioni contro la Russia resta invariata.

    Correlati:

    Mosca risponde alla Casa Bianca sulla Crimea: “non restituiamo i nostri territori”
    Casa Bianca: Trump spera nella restituzione della Crimea all'Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    • Harald
      Mi pare giusto....e già che ci siete fareste bene a dire anche a quelli con gli occhi a mandorla... ( i Giapponesini) che le isole Curili non sono più in discussione...i bastardi voltafaccia bisogna trattarli così!!

      Anzi ripensandoci...ieri ho visto le fotografie scattate nel Donbass e Donetsk....mi sono uscite le lacrime.....riprendetevi pure l'Ucraina....tali scempi nel 21° secolo non si può permettere che esistano ancora.

      it.sputniknews.com/foto/201702144068912-world-press-photo-valery-melnikov
    • Otto Braun
      Wladimir Putin non è certo un Alexis Tsipras!
      Non metterà mai in discussione l’esito di un Referendum e la volontà popolare!
    • avatar
      советский
      Che restituiscano il Texas al Messico e tutto il resto che hanno rubato. La Crimea è stata, è e sempre sarà dell'Impero Russo e dellaUnione Sovietice ed ora della Federazione Russa. Fine del Cinema.
    • DELUSO
      Se fossi la Germania e la Polonia invaderei Kaliningrad con tanti omini verdi, poi organizzerei un referendum per l’uscita dalla Federazione Russa (truccato).

      Ma è meglio non abbassarsi al livello di Putin, i suoi crimini lo seppelliranno.
    • giovanni
      CI MANCHEREBBE ALTRO, LO VORREI BEN SPERARE!
    • giovanniIn risposta DELUSO(Mostra commentoNascondi commento)
      DELUSO, MA VAI A PETTINARE LE TUE BAMBOLE CHE E· MEGLIO!
    • andrea maltauroIn risposta DELUSO(Mostra commentoNascondi commento)
      DELUSO, Amurri che ci fai qua eh eh...patetici europeisti!
    • avatar
      Россия щедрая душаIn risposta DELUSO(Mostra commentoNascondi commento)
      DELUSO, ma ancora te soldato divanoide con la tastiera come arma???ahagaghahagagagag
      Perché non ci vai tu a riprendere Kaliningrad??? Un uomo vero non usa solo la bocca, ma dimostra i fatti.
      Poi vorrei dirti una cosa, tanti russi sono molto bravi, pazienti e riescono a perdonare, ma io non sono così, specialmente quando vedo i commenti del genere. Ricordati che nella seconda guerra mondiale Italia ha perso insieme alla Germania, Giappone e tanti altri , se fossi stato io Stalin non mi sarei fermato al Berlino, così per fare capire realmente cosa si prova vedere morire le persone che ami, vedere come brucia la propria terra e viene distrutto tutto quello che si era costruito!!!! Quindi ogni mattina che ti alzi dal letto ringrazia le persone che ti hanno dato un futuro e ringrazia che sono umane e che perdonano!!!!!
    • avatar
      nessuno
      mi sembra che qui qualcuno cominci ad insozzare il sito con commenti da deficiente, se continua cosi nessuno in possesso di buon senso e di un briciolo di idee scriverà in questo sito.
      Il moderatore è avvertito
    • Amadeo
      Se guardiamo l’evoluzione della Russia nel corso di 25 anni passati, vediamo quante illusioni sopravisse questo Paese, dal crollo delle idee di comunismo, dallo sfacelo del sistema autoritario all’illusione che proprio ora noi tutto ricostruiremo e verrà la felicità… Alla fine degli anni ’90 il Paese dalla libertà si sfasciò definitivamente. È arrivato Putin ed ha cominciato a raccogliere l’organismo rovinato. È questo è molto importante!
    • avatar
      andrea z.
      Le dichiarazioni di Trump, dopo le dimissioni del generale Flynn, sono importanti perchè ci dicono che il fenomeno imprevisto rappresentato dal nuovo presidente USA è stato messo sotto controllo dai poteri forti.
      Lo Stato Profondo ha un suo programma e degli obiettivi che vuole conseguire senza ritardi sulla tabella di marcia.
      Si tratta di un'elite che non si è fatta scrupolo di scatenare conflitti, massacri ed eliminazioni mirate di politici scomodi; figuriamoci se si fa spaventare da un palazzinaro newyorkese.
      Questo gruppo di potere ricava profitti enormi da guerre fredde o calde con la Russia, distruzioni e ricostruzioni di Stati come la Libia o la Siria (temo prossimamente sia la volta dell'Iran) e soprattutto utilizza la forza militare per imporre il dollaro come mezzo di pagamento degli scambi internazionali.
      Trump probabilmente è stato usato dallo Stato Profondo per cercare di staccare con le buone Putin dalla Cina e dall'Iran.
      Visto che il presidente non è cascato nel tranello, si passa alle minacce.
    • avatar
      Россия щедрая душаIn risposta andrea z.(Mostra commentoNascondi commento)
      andrea z., GRANDE!!!!
      Commento impeccabile.
    Mostra nuovi commenti (0)