17:37 17 Agosto 2017
Roma+ 31°C
Mosca+ 25°C
    Senatore John McCain

    USA, l'inguaribile russofobia di McCain: “Putin un gangster irrecuperabile”

    © AP Photo/ Matt York
    Politica
    URL abbreviato
    512187846

    Vladimir Putin è un "gangster" che non può essere convertito in uno statista responsabile. Così pensa il senatore statunitense John McCain. Nel suo articolo per USA Today osserva che il presidente russo cerca di scombussolare l'attuale ordine mondiale ed esorta gli Stati Uniti ad evitarlo.

    Secondo McCain, Vladimir Putin è "un autocrate a capo di un regime, che opprime e deruba il popolo russo come un capo mafia oltre a causare un danno incredibile e sofferenze al mondo per le sue azioni."

    McCain sostiene che "per ordine di Putin" le truppe russe "hanno invaso i Paesi vicini e occupato parte del loro territorio." Inoltre la Russia "è intervenuta nel conflitto in Siria" per "favorire i crimini di guerra del regime di Assad."

    Mosca sta cercando di indebolire i legami degli Stati Uniti in Medio Oriente, mentre i servizi segreti russi cercano di destabilizzare gli alleati dell'America.

    Ancora una volta il senatore accusa la Russia di aver interferito durante le elezioni presidenziali negli Stati Uniti, così come nella conduzione di "campagne di disinformazione e attacchi informatici" per sostenere gli alleati di Putin nelle elezioni dei Paesi europei.

    "La Russia di Putin è il nostro nemico e avversario morale", — è convinto McCain. Secondo lui, la Russia è in procinto di distruggere la stabilità dell'ordine mondiale istituito dopo la Seconda Guerra Mondiale, durante cui gli Stati Uniti hanno ottenuto "grandi ricchezze e potere".

    Allo stesso tempo gran parte del genere umano è riuscito a liberarsi della tirannia e della povertà, per questo il mantenimento dell'ordine mondiale esistente dovrebbe essere la priorità principale del governo statunitense.

    Inoltre il senatore ritiene che "cambiare" Putin non sia possibile, per trasformarlo "da gangster in uno statista responsabile". Secondo lui, non hanno avuto successo i precedenti governi americani che hanno cercato di migliorare le relazioni con la Russia non perché non si siano sforzati a dovere, ma perché Putin non lo vuole.

    "Nega i nostri valori e la nostra visione di un ordine internazionale libero, stabile, pacifico e prospero", — scrive McCain.

    Putin, secondo il senatore neocon, vuole tornare ad un mondo in cui le grandi potenze in concorrenza tra di loro creano alleanze necessarie per raggiungere gli interessi nazionali, ignorando i valori che l'America considera "universali". Questo ordine del mondo, secondo McCain, ha portato 2 guerre mondiali, la creazione di imperi coloniali e ideologie degradanti.

    "Il ritorno di questo ordine mondiale sarà un disastro per gli Stati Uniti e il mondo intero", — riassume il senatore.

    McCain chiede di sostenere "il popolo russo e il suo diritto alla libertà e alla giustizia", non "i leader corrotti che hanno tradito questa nazione."

    Correlati:

    National Post: “USA non hanno mai avuto un amico così fedele come la Russia”
    “I russi provano solo delusione per l'amore non corrisposto degli Stati Uniti”
    L'Economist mette in guardia Trump dalla “cattiva alleanza” con la Russia
    Trump commenta per Fox News le accuse occidentali contro Putin
    Attacco contro Sputnik dei media britannici col sostegno della NATO
    Tags:
    Russofobia, Geopolitica, Politica Internazionale, Occidente, cyberattacchi, John McCain, Vladimir Putin, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik