19:03 02 Marzo 2021
Politica
URL abbreviato
0 100
Seguici su

Il senatore Alexey Pushkov ha definito "caccia alle streghe" la situazione relativa alle presunte conversazioni tra il consigliere sulla sicurezza nazionale della Casa Bianca Michael Flynn e l'ambasciatore russo a Washington Sergey Kislyak.

In precedenza il Washington Post aveva scritto che il 29 dicembre scorso i servizi segreti americani avevano intercettato una conversazione tra Kislyak e Flynn, in cui presumibilmente era stata discussa la possibilità di indebolire le sanzioni contro Mosca.

"I nemici di Trump usano qualsiasi scusa per attaccare. Il nuovo scandalo gonfiato sul nulla è la conversazione tra Flynn e Kislyak. Caccia alle streghe in pieno svolgimento," — ha scritto il senatore.

​Secondo Associated Press, con riferimento a fonti nella Casa Bianca, il vicepresidente Mike Pence ha parlato con lo stesso Flynn, il quale non riusciva a ricordare se l'argomento erano le sanzioni, tuttavia non era in grado di escluderlo. Cionostante Trump ha ancora piena fiducia in Flynn, osserva l'interlocutore dell'agenzia. Il presidente stesso ha detto di non sapere nulla dei colloqui tra Kislyak e Flynn.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha confermato la conversazione tra Kislyak e Flynn, tuttavia i contenuti rivelati dalla stampa non sono corretti.

In aggiunta alcuni media statunitensi avevano precedentemente accusato Flynn di legami con Mosca, per un suo viaggio in Russia.

Correlati:

Per la stampa americana Mosca potrebbe estradare Snowden in USA come regalo per Trump
L'Economist mette in guardia Trump dalla “cattiva alleanza” con la Russia
Federica Mogherini parla della posizione di Bruxelles sulle sanzioni contro la Russia
Per Mosca “in corso tentativi per non fare lavorare l'amministrazione Trump”
Tags:
Dialogo, Russofobia, Politica Internazionale, sanzioni antirusse, mass media, Michael Flynn, Sergey Kislyak, Donald Trump, Alexey Pushkov, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook