04:33 24 Ottobre 2018
Donald Trump allo Studio Ovale

Casa Bianca indagherà le fughe di notizie sulle telefonate “burrascose” di Trump

© REUTERS / Jonathan Ernst
Politica
URL abbreviato
150

La Casa Bianca indagherà la fuga di notizie sui media relativa ai dettagli delle conversazioni telefoniche del presidente Donald Trump con i leader di Australia e Messico, ha dichiarato il portavoce del presidente americano Sean Spicer in un'intervista con il canale Fox News.

"Il presidente prende molto sul serio queste fughe di notizie," — ha detto Spicer.

L'intervista verrà mostrata integralmente oggi: venerdì la Reuters ha pubblicato un estratto. I dettagli non sono stati resi noti.

In precedenza il Washington Post aveva riferito che Trump aveva avuto una telefonata dai toni accesi con il premier australiano Malcolm Turnbull.

Secondo diversi giornali, con riferimento a "fonti informate", Trump ha perso le staffe durante la telefonata con il premier Turnbull e la conversazione è stata bruscamente interrotta.

Successivamente Turnbull si è dichiarato amareggiato dal fatto che i dettagli della conversazione con Trump sono stati resi noti al grande pubblico.

Il premier australiano ha descritto la conversazione come "molto schietta e franca". Ha inoltre riferito che "non è vera" l'informazione secondo cui la telefonata si è conclusa bruscamente, ma i colloqui sono terminati "educatamente".

"Grazie, primo ministro dell'Australia, per aver detto la verità sulla nostra conversazione civile, smentendo i fake dei media. Molto carino!", — ha scritto Trump.

​I media statunitensi avevano riferito che Trump aveva perso il controllo durante la conversazione telefonica con il capo di Stato messicano Enrique Peña Nieto.

Tags:
Casa Bianca, Giornalismo, telefonata, mass media, Sean Spicer, Enrique Pena Nieto, Malcolm Turnbull, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik